26 maggio 2019
Aggiornato 09:00
Un Natale speciale

Laboratori sui social media e un aiuto alla mensa della Caritas: il regalo di Socializers ai biellesi

I tre fondatori della social media agency più importante a Biella, nata appena due anni fa come incubatore presso SELLALAB e già realtà nazionale, hanno pensato di fare un grandissimo (e importantissimo) regalo alle famiglie biellesi

BIELLA - Social è bello, sì. E a Natale ancora di più grazie ai ragazzi di Socializers. La social media agency nata a Biella due anni fa, con sede operativa presso SELLALAB, l'acceleratore di Banca Sella ospitato negli incantevoli spazi industriali del lanificio Maurizio Sella, festeggia il Natale in un modo davvero speciale: facendo un regalo a tutti i biellesi. Anzi, due.

Attenzione costante al lato sociale dei social
Lorenzo D'Amelio, Christian Zegna e Davide Paganotti, i tre fondatori di Socializers che hanno fatto della creatività digitale, dell'open knowledge e del mondo maker la loro filosofia di vita, sono da sempre attentissimi agli sviluppi del web anche in termini educativi e sociali, e all'influenza che questi mezzi hanno sui più piccoli. Da qui l'idea di lavorare con loro, per renderli più consapevoli dei social.

Aiutare i ragazzi ad usare consapevolmente Facebook e altro
Giovani e giovanissimi con Facebook, WhatsApp e Internet fanno tutto: ridono, piangono, si divertono, condividono, si informano. «Il primo regalo che abbiamo deciso di fare a Biella è proprio questo: avvicinare bambini e ragazzi all'uso consapevole dei social» ci spiega Lorenzo. «Maggiore conoscenza e consapevolezza significa ridurre i rischi di un uso malsano di questi strumenti. Non solo: vuol dire anche uno sviluppo positivo delle proprie capacità, per usarli al meglio e costruire il proprio futuro, anche professionale, a partire dalle proprie passioni e dalle proprie competenze».

Corsi con tanti partner locali per bambini, ragazzi e genitori
Nei primi mesi del 2016 Socializers terrà dei laboratori con diverse scuole e associazioni del territorio, in collaborazione con Vedogiovane, organizzazione di Arona che si occupa da anni di animazione socio-culturale. Tra le prime adesioni ci sono stati istituti superiori come il Cossatese e Vallestrona e il Bona, la scuola di musica Sonoria di Cossato e la libreria per bambini e ragazzi di Biella Cappuccetto Giallo. «Un nostro professionista, che è anche un 'animatore giovanile', sarà impegnato a informare bambini, ragazzi e genitori sull'uso attento delle nuove tecnologie per conoscerle meglio, allargando così la proposta formativa oltre a quanto viene già offerto nei programmi didattici» precisa Lorenzo. Il tutto, naturalmente, in maniera assolutamente gratuita. «L'obiettivo è creare un vero e proprio format 'socio-mediale', se così possiamo dire, da portare in tutte le scuole» aggiunge Christian. «Scuole e associazioni possono anche decidere di fare di più, e noi li accontenteremo in base alle loro esigenze. Se poi ci sono altre realtà che aggregano giovani interessate ad ospitare i nostri seminari noi siamo assolutamente disponibili a dare loro una mano». Per aderire al progetto nelle scuole insegnanti, genitori e ragazzi possono scrivere a info@socializers.it.

Un aiuto concreto per la colletta alimentare di Caritas Biella
Il secondo regalo di Socializers invece punta tutto sul cibo: Lorenzo, Christian e Davide hanno deciso di contribuire, insieme all'Unione Industriale Biellese di cui la loro startup è socia, alla raccolta alimentare per la mensa di condivisione "Il Pane Quotidiano" di Caritas Biella. «Il Pane Quotidiano» ha preso il via nell’ottobre 2005. E' aperta tutti i giorni a pranzo e offre oltre 90 pasti a persone in stato di bisogno. Alla mensa è affiancato uno sportello di accoglienza, che consente agli operatori di verificare periodicamente la situazione personale di ognuno e valutare la possibilità di intraprendere percorsi di fuoriuscita dalla situazione di marginalità attraverso specifiche borse lavoro, tirocini o altro.

Cosa fa Socializers
Socializers in poco tempo è cresciuta tantissimo, tanto da diventare una realtà crossmediale a livello nazionale. Oggi cura la presenza sui social media delle piccole e medie aziende italiane ed è parte della holding «Gruppo Ebano». Nel proprio portfolio vanta collaborazioni con Centro Europeo di Formazione, il cui attuale testimonial è lo chef pluristellato Antonino Cannavacciuolo, SELLALAB, Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, Oasi Zegna, Fondazione CR Biella, Sambonet-Paderno e molte altre. Ogni settimana con le proprie campagne di comunicazione web coinvolge oltre 6 milioni e mezzo di persone. Insomma, un grandissimo traguardo per una startup biellese che ha tutti i numeri per arrivare ancora più in alto.