Moda

Grandi ritorni biellesi per Pitti Immagine Uomo

Alla 91esima edizione dell'evento il brand più atteso è ZZegna che torna con la nuova collezione disegnata da Alessandro Sartori. Tante le sorprese dal nostro territorio

Pitti Uomo le anticipazioni sulla 91esima edizione (© Ufficio Stampa Pitti Immagine)

Pitti Uomo le anticipazioni sulla 91esima edizione (© Ufficio Stampa Pitti Immagine)

BIELLA – Saranno oltre 1.220 espositori, con un rinnovamento di circa 200 aziende tra questa stagione e la scorsa. Forte la presenza di espositori internazionali, circa il 40%, su una superficie di 60.000 metri quadrati. Pitti Immagine Uomo, Attende per la sua 91esima, dal 10 al 13 gennaio a Fprtezza da Basso a Firenze, circa 25.000 compratori, tutti posizionati nella fascia alta del mercato, tra cui molti tedeschi, giapponesi e americani.

Il ritorno di Zegna con altri big internazionali
Tra gli eventi speciali organizzati per l’occasione, il ritorno di un brand e di uno stilista tutti biellesi: Z Zegna, una delle aziende più importanti del made in Italy nel mondo, ha scelto Pitti Uomo per l’anteprima ufficiale della collezione disegnata da Alessandro Sartori, di nuovo direttore creativo.
Zegna è uno dei big brand internazionali presenti a Pitti insieme a Tommy Hilfiger, l’iconico brand americano che partecipa per la prima volta a Pitti Uomo e presenta un’accurata selezione delle sue collezioni uomo Fall 2017 all’interno di una straordinaria installazione alla Sala Ottagonale, fortemente ispirata all’innovazione e alla tecnologia digitale e, dalla Gran Bretagna, Paul Smith, special guest del programma eventi di questa edizione, punta anche sulla sua presenza in Fortezza, alla Sala delle Colonne, per la presentazione della sua linea contemporary PS by Paul Smith.

I Biellesi a Fortezza da Basso
Tra i rientri speciali un brand storico per il panorama moda ed in particolare per lo sportswear biellese come Fila. Oltre al brand che ha vestito i grandi campioni internazionale all'evento parteciperanno tanti nomi dello stile biellese. Il brand Camo dello stilista Stefano Ughetti, Cappellificio Biellese 1935, Cerruti 1881 cravatte e gli abiti di Luciano Barbera.

L'evento
Il tema-guida dei saloni invernali di Pitti Immagine sarà Pitti Dance Off , «Dimmi come balli e ti dirò come vesti». Espressione di sé, del proprio corpo, dell’energia e del piacere di vivere ma anche di esibirsi. Protagonista è la danza nella sua molteplicità di espressioni oggi, assieme alla poliedrica libertà di stili personali che danza e moda contemporanea condividono. Pitti li interpreta con il solito sguardo ironico e con un finger tut, nella tradizione della street dance e dei suoi contest. Allestimento a cura di Oliviero Baldini. L’edizione numero 91 di Pitti Uomo segna uno step in avanti nell’evoluzione della manifestazione. Con i suoi eventi e la sua geografia in continuo cambiamento, Pitti Uomo cattura le nuove vibrazioni della moda e le trasforma in progetti inediti. Il programma di eventi speciali di gennaio rappresenta un ulteriore superamento del dualismo tra fiera e fashion week, verso nuovi format che uniscono ricerca stilistica, comunicazione e concretezza per il mercato. Protagonisti le grandi aziende della tradizione che si proiettano al futuro, i nuovi talenti del fashion design e i brand in ascesa, fino ai nuovi mondi del menswear, anche in senso geografico. E poi le partecipazioni di big brand internazionali alla Fortezza, il debutto di sezioni come HI Beauty - dedicata al mondo delle fragranze e del personal care, e tutti i microcosmi che raccontano gli stili e le anime della moda uomo oggi.

La mostra
L’evento di pre-apertura di Pitti Uomo 91, il 9 gennaio 2017, sarà affidato al centro di Firenze per la Moda Italiana che presenterà, a Palazzo Pitti, l’inaugurazione della mostra fotografica «Fashion in Florence through the lens of Archivio Foto Locchi»: 100 rarissimi scatti dagli anni ‘30 ai ’70 del novecento che raccontano la storia della moda a Firenze.