Economia

RegioTex, il distretto tessile biellese è il più competente d’Europa

Al 24esimo Textile Innovation Day a Città Studi si è discusso sul sostegno dell’innovazione tessile attraverso il rafforzamento della collaborazione europea

Pasquale Campanile, Project Manager del Polo di Innovazione Tessile (© )

Pasquale Campanile, Project Manager del Polo di Innovazione Tessile (© )

BIELLA - Analizzare le catene di valore presenti nella Regione e le sfide specifiche che le imprese devono affrontare ogni giorno; verificare l’interesse delle imprese piemontesi per le future fasi di collaborazione di RegioTex (match-making internazionale, scelta dei partner per progetti specifici, etc); valutare le idee progettuali sviluppate da Regiotex, la Innovative Textile Partnership, in modo da tarare i futuri progetti sulla base dei fabbisogni di innovazione delle imprese. Sono questi gli obiettivi centrati, durante il 24° Textile Innovation Day, sul sostegno dell’innovazione tessile attraverso il rafforzamento della collaborazione europea e l’apprendimento peer to peer tra i vari attori coinvolti.

Un interessante confronto
Il workshop, a numero chiuso, è stato organizzato, nei giorni scorsi, dal Polo di Innovazione Tessile – Po.in.tex, gestito da Città Studi Biella, in collaborazione con la European Technology Platform (ETP), la Confederazione Europea del Tessile e dell'Abbigliamento, Euratex e la Regione Piemonte. E’ stato un confronto interessante tra la ETP, rappresentata da Lutz Walter e Monika Matusiak, e le imprese tessili piemontesi presenti, utile ad individuare appunto i temi di innovazione e di interesse per attivare progetti in ambito europeo.

Sostegno alle attività locali
Questo è anche lo scopo di Regiotex: sostenere le autorità regionali nell’individuare i settori innovativi su cui puntare per creare una rete, a livello europeo, in grado di attivare scambi e collaborazioni operative. Il progetto RegioTex, infatti, è stato presentato recentemente a Bruxelles in occasione della 11esima conferenza della piattaforma tecnologica europea, e coinvolge diversi attori operanti nel tessile-abbigliamento, sia pubblici che privati, nello sforzo comune di sviluppare e implementare strategie che facilitino il rinnovamento del settore manifatturiero tradizionale delle regioni di tutta Europa.

Concrete opportunità di collaborazione
«La Regione Piemonte segue l’iniziativa Regiotex da diversi anni perché ha scelto il tessile come uno dei settori prioritari nella strategia regionale delle specializzazioni intelligenti – spiega Vincenzo Zezza, Responsabile del settore Università Ricerca e Innovazione Regione Piemonte - A Biella c’è il distretto tessile per eccellenza, il migliore di tutta Europa, dove si ha un valore aggiunto, in termini di competenze, da poter giocare su tutte le filiere produttive che utilizzano materiali innovativi e relative tecniche di processo. La Regione Piemonte - conclude Zezza- è stata riconosciuta da parte della Commissione Europea, insieme al Friuli Venezia Giulia, come la regione più innovativa d’Italia».
«La giornata di oggi – afferma Pier Ettore Pellerey, Presidente di Città Studi Biella.- ha rappresentato un’importante fase di confronto tra le imprese del Polo e la Piattaforma Europea. Credo che questa azione, sommata a tutte le iniziative che stiamo portando avanti, possa offrire delle concrete opportunità di collaborazione per le imprese».