25 giugno 2017
Aggiornato 02:00
Cronaca del Biellese

Omicidio a Valle Mosso, pregiudicato in carcere

I carabinieri hanno trovato il corpo di Pietro Bello (55 anni) che si credeva scomparso, nell'abitazione di un uomo di 40 anni del paese

Pietro Bello (© )

VALLE MOSSO - I carabinieri hanno arrestato un pregiudicato di 40 anni, residente in paese, per la morte di Pietro Bello, classe 1962, residente a Magenta, nel Milanese, ma che da giorni aveva fatto perdere le proprie tracce tanto da far scattare le ricerche per una presunta scomparsa, coinvolgendo pure la famosa trasmissione «Chi l'ha visto?». L'automobile era stata trovata proprio in paese. Ecco perché da qui i militari hanno fatto partite le ricerche e le indagini.

I fatti
I militari dopo una serie di veloci indagini, sulle quali c'è ancora il massimo riserbo, i Carabinieri hanno fatto irruzione nella casa del pregiudicato, trovando il cadavere del milanese. Bello aveva problemi nel camminare, quindi per gli investigatori è subito parso chiaro che ci fosse una ragione, se si era recato in paese. Il quarantenne è stato quindi portato nel carcere di via dei Tigli, con l'accusa di omicidio. Le indagini dei militari sono state coordinate da Procuratore della Repubblica di Mariaserena Iozzo. Al momento non è chiara la ragione del presunto omicidio né il legame tra i due uomini.