25 giugno 2017
Aggiornato 02:00
Cronaca di Biella

Rissa nel dormitorio abusivo di via Ivrea

Sui fatti indagano i carabinieri: uno dei frequentatori sarebbe stato aggredito, poiché presunto colpevole di aver diffuso la notizia del centro per barboni

BIELLA - La notizia di un dormitorio nell'ex macello comunale ha fatto il giro della città... (la polemica). Troppo, secondo alcuni frequentatori del dormitorio abusivo che, pare, abbiamo accusato della divulgazione della notizia proprio uno degli sventurati che bazzicano lo spazio di via Ivrea. L'uomo sarebbe stato accerchiato, minacciato e forse malmenato. Il senza fissa dimora, spaventato e temendo il peggio, ha quindi chiamato il pronto intervento dei carabinieri. All'arrivo dei militari, gli animi si sarebbero subito calmati. Dal litigio, sul quale gli uomini in divisa vorranno vederci chiaro, nessuno ha riportato ferite. E quindi la vittima delle presunte minacce, nei prossimi giorni, dovrà valutare se sporgere denuncia o meno all'autorità giudiziaria. Tutti i protagonisti della disputata sono abituali frequentatori dei giardini Zumaglini e del dormitorio, frequentato pare sia da stranieri sia da italiani.