28 giugno 2017
Aggiornato 05:30
Cronaca

Era obbligato ai domiciliari, ma preferiva fare colazione al bar: nuovo arresto

Assicuratore trentenne nei guai, a febbraio, in un'operazione anti-droga dei carabinieri. Nei giorni scorsi la scoperta dell'evasione da parte dei militari

BIELLA - Doveva rispettare gli arresti domiciliari, invece, era al bar a fare colazione. E così è stato nuovamente arrestato dai carabinieri, che hanno pure il sospetto che non fosse la prima e unica evasione (tale è dal punto di vista tecnico/giuridico) dell'uomo nei guai per reati legati al possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Tribunale di Biella
Sabato mattina, quindi, processo per direttissima per C.C. (34 anni, di professione assicuratore) che si è visto così aggravare la propria posizione di fronte alla legge, già non semplice. Le manette per l'uomo erano scattate nello scorso mese di febbraio, nell'ambito di un'operazione dei militari del Novarese nel contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. La disposizione dei domiciliari era imposta dalla Procura di Novara.