28 giugno 2017
Aggiornato 05:30
Alice Castello

Coltellate alle braccia e alle gambe del rivale: arrestato

Sessantenne in manette per tentato omicidio. All'ospedale di Biella la vittima dell'aggressione. Operazione dei carabinieri di Santhià. I fatti sono di domenica

ALICE CASTELLO - Accoltellamento al bar "Jimmy's" del paese, sul quale stanno indagando i carabinieri del comando provinciale vercellese. I fatti sono di domenica scorsa, intorno alle 11. Ai militari della stazione di Santhià è stato richiesto un intervento d'urgenza. Gli uomini in divisa, arrivati nel bar, hanno fermato un cittadino di 62 anni (B.B., italiano di origini marocchine), residente in paese. Sarebbe stato individuato come il responsabile del tentato omicidio, nonché il proprietario del coltello abusivo con cui ha colpito il rivale. Il ferito è un uomo di 45 anni, anche lui italiano di origini marocchine, residente in paese, colpito una decina di volte alle braccia e alle gambe. A facilitare il compito dei carabinieri, le testimonianze degli avventori, che hanno consentito di raggiungere l'aggressore che nel frattempo si era dato alla fuga. Il ferito è stato trasportato all’ospedale di Biella in ambulanza: subito operato è stato poi giudicato guaribile in una ventina di giorno. L’arrestato, che deve rispondere delle accuse di tentato omicidio e porto abusivo di coltello è stato portato alla casa circondariale di Vercelli a disposizione dell’autorità giudiziaria.