28 giugno 2017
Aggiornato 05:30
Biella

Biglie di ferro contro un cane. «Disturba, deve morire»

Saranno i carabinieri a dover far luce su una vicenda avvenuta in via Cova, nei giorni scorsi. Probabilmente cattivi rapporti di vicinato tra due persone alla base del fattaccio

BIELLA - Un uomo avrebbe cercato di uccidere un cane, con delle biglie d'acciaio, attraverso una fionda. I fatti sarebbero accaduti in via Cova, in città, nei giorni scorsi. A capire cosa cosa sia davvero successo ci stanno pensando i carabinieri, chiamati da una passante che avrebbe assistito a tutto.

I fatti
Secondo una sommaria ricostruzione dei fatti, una donna (52 anni, di Biella) ha allertato il servizio del pronto intervento dell'Arma, perché avrebbe visto un uomo lanciare le biglie in direzione dell'animale, senza però riuscire a colpirlo. Al tentativo di avere spiegazioni, la donna s'è sentita rispondere che l'animale «disturbava e che quindi andava ucciso».

I carabinieri
Da qui la richiesta di intervento delle forze dell'ordine. Arrivati nei pressi dell'abitazione, vicino alla stazione ferroviaria, dove si trovava il cane, i militari non sono riusciti ad intercettare l'uomo protagonista dei fatti, che si era allontanato avendo capito che erano in arrivo le forze dell'ordine. La proprietaria dell'animale è stata individuata e ascoltata dai carabinieri; dopo una breve ricerca, ha trovato alcune delle biglie di ferro nel proprio balcone, dando fondamento ai fatti. Probabilmente l'uomo è un vicino di casa.