25 giugno 2017
Aggiornato 09:00
Cronaca

Droga nel Novarese, arrestati sei marocchini

Due operazioni dei carabinieri portano all'importante risultato investigativo. Fatti accertati a partire del 2015, in zone boschive dove vivevano gli stranieri senza permesso di soggiorno

Immagini di repertorio (© Diario di Novara)

NOVARA - Due diverse operazioni dei carabinieri del Comando provinciale, nei giorni scorsi, si sono concluse con l’arresto di sei cittadini marocchini, irregolari in Italia, con l’accusa di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti.

I fatti
Quattro ordinanze di custodia cautelare, in carcere, sono state emesse a seguito dell’indagine dei militari di Arona, iniziata nel 2015, sullo spaccio in una vasta area della zona di Borgomanero, soprattutto nelle zone boschive. Stesse zone interessate anche dall’operazione della Compagnia di Novara, che ha portato ad altri due arresti, sempre con le stesse ipotesi di reato. I sei arrestati, secondo quanto accertato, si conoscevano e si frequentavano. Sono tutti senza fissa dimora e vivevano negli stessi boschi in cui spacciavano.

Indagini
Entrambe le operazioni sono state coordinate dal pubblico ministero Marco Grandolfo. Uno dei sei arrestati è stato raggiunto dalla misura cautelare in carcere, dove già si trovava per una precedente vicenda. Una trentina i carabinieri impiegati per effettuare gli arresti.