25 giugno 2017
Aggiornato 02:00
Cronaca dal Biellese

Formiche in pasticceria, sigilli nel Cossatese

Controllo da parte dei reparti specializzati dei Carabinieri, che scoprono le pessime condizioni igieniche di un'attivitą. L'Asl impone la chiusura e l'obbligo di ripristinare le condizioni minime di pulizia. Sanzione per la titolare di 1500 euro

Immagini di repertorio (© Diario di Biella)

BIELLA - Blatte e colonie di formiche nel laboratorio di pasticceria. A scoprire il tutto, un controllo dei reparti specializzati dei carabinieri (Nas), che hanno certificato la totale mancanza di condizioni igieniche e sanitarie per lo svolgimento della produzione di dolciumi di un'attività.

I fatti
La pasticceria, di cui le autorità non hanno fornito indicazioni maggiori, si trova nel Cossatese. La titolare (una donna di 45 anni) è stata sanzionata: dovrà pagare 1500 euro. E per riaprire dovrà ovviamente mettersi in regola, pulendo tutti i locali e rispettando le norme in materia. L'Azienda sanitaria locale, infatti, a seguito dell'ispezione, ha ritirato la licenza di produzione e di vendita.