25 giugno 2017
Aggiornato 09:00
Trasporti

Il treno si guasta e i passeggeri devono proseguire a piedi

L'ennesimo guasto del Biella/Novara questa volta ha lasciato in mezzo alla campagna i viaggiatori. Un disagio che è solo l'ultimo dei numerosi inconvenienti registrati nelle scorse settimane

BIELLA – Giornata scocciante per i passeggeri della linea ferroviaria Biella-Novara che ieri, sono rimasti bloccati in aperta campagna, a causa di un guasto al locomotore.

La vicenda
Il Minuetto partito dalla stazione di Biella San Paolo alle 9.03 si è bloccato in aperta campagna, a circa 600 metri dalla stazione di Carpignano Sesia. Un guasto che ha comportato non pochi disagi ai tanti viaggiatori: tanto per cominciare 40 minuti di attesa in mezzo alle campagne ed infine, dopo le proteste dei viaggiatori, la decisione di far scendere i passeggeri per farli proseguire a piedi fino a raggiungere la stazione di Carpignano (che per fortuna si trovava a poco più di mezzo chilometro). Alla stazione è stato poi inviato un bus sostitutivo, per studenti, lavoratori e passeggeri.

Continui disagi
I disagi sono poi proseguiti con la soppressione del treno successivo e, fino al pomeriggio, si sono registrati pesanti ritardi su diversi altri collegamenti. La settimana dei pendolari della linea locale è iniziata male, ma in generale le giornate dei pendolari sono da tempo caratterizzate da enormi problemi. In più occasioni, infatti, c'erano stati guasti ai passaggi a livello che, rimasti bloccati, avevano costretto le ferrovie a sopprimere alcune corse con tutti gli inconvenienti del caso.