23 giugno 2017
Aggiornato 10:30
Cronaca

Tragedia al «Rally Città di Torino»: «Skoda Biella» travolge famiglia, muore bimbo

Il pilota ha perso il controllo dell’auto durante la gara, ha colpito un cordolo in cemento ed è finito fuori strada. Travolte quattro persone: una è deceduta sul colpo. Aperta un'inchiesta

COASSOLO - Tragedia nel Torinese questa mattina, durante il «Rally Città di Torino». Un bambino di 6 anni ha perso la vita dopo essere stato travolto da un’auto in gara uscita fuori strada. Il piccolo era con la sua famiglia e stava assistendo al rally dal prato, al di là della linea di sicurezza, in una zona teoricamente protetta.

Morto sul colpo, feriti al Cto
A Consolo sono intervenuti subito i soccorsi ma per il piccolo non c’è stato nulla da fare. Coinvolti nel grave incidente anche i familiari della vittima: sia i genitori sia il fratellino di 3 anni sono rimasti feriti e trasportati in elicottero al Pronto soccorso dell’ospedale Cto di Torino.

Pilota colpito da malore
Pare che il pilota della vettura «Skoda Biella», Cristian Milano, in gara, sia stato colto da un malore che gli avrebbe fatto perdere il controllo del mezzo. L’auto ha colpito un cordolo in cemento, è uscita di strada e ha travolto la famiglia. Questo quanto raccontato, in prima battuta, dal navigatore, il triverese Luca Pieri. Il rally è stato immediatamente sospeso.

L'inchiesta
La Procura di Ivrea ha aperto un'inchiesta, affidata al pubblico ministero Ruggero Crupi, che ha subito ordinato i rilievi planimetrici e fotografici sul luogo dell'incidente. Oltre all'ipotesi che il piccino stesse seguendo la corsa con i genitori in un punto vietato dagli organizzatori, le ipotesi che si devono valutare sono diverse: dall'efficienza dell'organizzazione alle condizioni del circuito e anche allo stato del pilota. La vettura è stata messa sotto sequestro.