25 giugno 2017
Aggiornato 02:00
Politica

Un anno fa la morte di Buonanno. Stasera messa di ricordo

Esattamente il 5 giugno del 2016, il drammatico incidente stradale nel quale l'euro-deputato ha perso la vita a Varese. Una carriera politica brillante, partendo dall'Msi fino alla Lega Nord. Stasera messa in ricordo

BIELLA - L'euro-parlamentare della Lega Nord Gianluca Buonanno, 50 anni, è morto nel pomeriggio in un incidente stradale lungo la Pedemontana a Gorla Maggiore (Varese) esattamente un anno fa. Lunedì sera alle 20, nel primo anniversario del decesso dell’ex sindaco di Serravalle, Varallo e Borgosesia, verrà celebrata una messa nella chiesa di Bornate (dove già si era svolto il funerale). A officiare la funzione sarà il parroco di Agnona e Isolella don Giovanni Bossi e la messa sarà animata dal coro parrocchiale.

Chi era
Buonanno è stato sindaco di Borgosesia (Vercelli). Era a bordo di una vettura che si è scontrata con un altro mezzo. In passato era stato primo cittadino di Varallo. Di seguito la biografia del politico, la cui fama grazie alla televisione e alle sue provocazioni era diventata di livello nazionale. A distanza di un anno preciso, in Valsesia, ma non solo, la figura di Buonanno resta fonte di molti consensi.

Origini e primi passi
Padre artigiano, nonno pugliese attore girovago e spalla di Ettore Petrolini, a sedici anni Buonanno si è iscritto al Movimento Sociale Italiano, affascinato dalla figura di Giorgio Almirante. Diplomatosi in ragioneria presso l'ITC di Romagnano Sesia. nel 1987, ha lavorato per qualche anno come addetto vendite presso aziende della Valsesia e della Valsessera.

La politica
Nel 1990 è stato eletto consigliere comunale di Serravalle Sesia per l'Msi, quindi sindaco nel 1993 in una lista civica, riconfermato nel 1997. È stato consigliere provinciale per Alleanza Nazionale a Vercelli dal 1995 al 2009, vicepresidente della provincia dal 2007. Divenuto ineleggibile a sindaco di Serravalle Sesia dopo due mandati consecutivi, si candida come indipendente (Lista Buonanno) alle elezioni politiche italiane del 2001 nel collegio maggioritario di Cossato, ottenendo il 22,7% dei voti e sottraendone al candidato della Casa delle Libertà, che ha raccolto il 39,2% dei voti contro il 38,1% del candidato del centrosinistra. Nel 2002 è stato eletto sindaco di Varallo per la Lega Nord, riconfermato nel 2007. Nel 2009 ha lasciato l’incarico di vicepresidente della Provincia di Vercelli ed è stato nominato assessore al Comune di Borgosesia. Nel 2010 è stato eletto per la prima volta in consiglio regionale (quota proporzionale) nella circoscrizione di Vercelli, con 8.261 voti di preferenza nella lista della Lega Nord. Nel 2014 si è candidato di nuovo a sindaco di Borgosesia, risultando eletto. Deputato della Lega Nord (2008-2014). Deputato nella XVI Legislatura per la circoscrizione Piemonte 2, è risultato il deputato con il più alto numero di presenze alla Camera, circa il 98%. Nell'ottobre 2011 ha espresso all'amministrazione della Camera dei Deputati la formale rinuncia a un eventuale futuro vitalizio parlamentare (che ha maturato nel 2012 e che avrebbe percepito al raggiungimento dell'età pensionabile). Il 25 febbraio 2013 è rieletto alla Camera dei Deputati nel collegio Piemonte 2 ed è entrato a far parte del Consiglio direttivo del gruppo parlamentare della Lega Nord.

L'Europa
Candidato alle Elezioni europee del 2014 per la Circoscrizione Italia nord-occidentale, con 26.661 preferenze è stato il secondo candidato più votato della Lega Nord nella Circoscrizione Nord-Ovest, dietro al segretario nazionale Matteo Salvini (223.288 voti). Eletto parlamentare europeo, ha lasciato la Camera dei Deputati. Nel marzo 2015 compie un viaggio in Libia affermando di voler verificare di persona le condizioni del paese colpito da violenti scontri.

Nel video l'intervista al direttore di Notizia Oggi, Piercarlo Pera, sulla figura di Buonanno