24 giugno 2017
Aggiornato 12:30
Cronaca dal Biellese

Ubriaco (in bicicletta) finisce contro un ponte e si becca (pure) una denuncia

Disavventura per un uomo di origini rumene (54 anni). Lo soccorrono alcuni automobilisti, temendo un incidente. Viene portato in ospedale e dagli esami si scopre che aveva bevuto troppo

Le indagini sui fatti sono state effettuate dai carabinieri (© Diario di Biella)

BIELLA - Dopo aver bevuto decisamente troppo sale in bicicletta e finisce per andare a sbattere contro uno dei piloni di un ponte sul torrente Elvo, a Salussola. È accaduto lo scorso 10 giugno. A scorgere l'infortunato, erano stati alcuni automobilisti di passaggio, che avevano immediatamente dato l'allarme. Il sospetto iniziale era che il 54enne, di origini rumene, residente in zona, fosse stato travolto da un'auto pirata e lasciato ferito a terra. Quando i medici del pronto soccorso di Ponderano hanno effettuato i primi accertamenti, hanno scoperto che l'uomo aveva nel sangue un tasso alcolemico di sei volte superiore al consentito e hanno contattato i carabinieri.

I fatti
Dalla ricostruzione effettuata dai militari dell'Arma è quindi emerso che il ciclista non era stato investito: ubriaco era uscito di strada. Adesso è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Un provvedimento che non deve stupire in quanto la Cassazione, con una sentenza emessa il 2 febbraio del 2015, stabilisce che tale reato: «Può essere commesso attraverso la conduzione di una bicicletta, a tal fine rivestendo un ruolo decisivo la concreta idoneità del mezzo usato a interferire sulle generali condizioni di regolarità e di sicurezza della circolazione stradale».Ovvero, salire su una due ruote dopo aver alzato troppo il gomito è un pericolo per se stessi e per gli altri utenti della strada.