23 giugno 2017
Aggiornato 10:00
Cronaca dal Biellese

Biella, Cossato e Viverone: furti su cui indagano i carabinieri

Dipendente impaurito dall'arrivo dei militari, in un locale serale sul lago. Altri colpi invece nel capoluogo provinciale e nella seconda città del territorio: via soldi e biciclette

Intensa attività per i carabinieri (© Diario di Biella)

VIVERONE - Misterioso episodio questa notte, di sabato 17 giugno, in un locale del paese, da dove è sparita una borsa poi subito ritrovata. A essere derubata la stessa titolare dell'esercizio pubblico che, nel corso della serata, si era accorta che qualcuno gli aveva sottratto la borsetta dal luogo in cui l'aveva lasciata. Cercata ovunque, alla fine aveva richiesto l'intervento dei carabinieri. Quando la pattuglia è giunta a Viverone e i militari dell'Arma sono entrati nel locale, il misterioso ladro si deve essere impaurito. Infatti, l'oggetto è stato ritrovato ben nascosto sotto al bancone. Da qui il sospetto comune, di derubata e carabinieri, che a prendere la borsa sia stato uno dei dipendenti che, in seguito, ha preferito abbandonare il bottino.

E ancora...
E sempre in tema di furti, da un ufficio di via Gramsci, a Biella, sono spariti 150 euro in contanti, custoditi in una cassetta metallica. Chi è entrato in azione, ha approfittato di una porta secondaria lasciata incautamente aperta. E ancora, in città e a Cossato, sono sparite due biciclette da uomo di scarso valore. Ai proprietari, un 54enne e un 59enne, non è rimasto altro da fare che denunciare gli episodi ai carabinieri.