23 giugno 2017
Aggiornato 10:00
Cronaca

Tentativi di furto e incendio sospetto alla Filatura di Verrone

Diversi episodi da Sagliano Micca a Rocco, dopo il caso di Sandigliano, sui quali indagano i carabinieri. Intervento dei vigili del fuoco invece alle porte della città

Spesso d'estate (per il caldo) si lasciano finestre o porte aperte: imprudenze che possono costare care (© Diario di Biella)

BIELLA - Non hanno più scrupoli ormai i "topi di appartamento", che cercano di introdursi nelle abitazioni malgrado la presenza all'interno dei proprietari. Dopo il caso di Sandigliano, dove una donna si è accorta della zanzariera tagliata e del furto subito mentre lei stava guardando un programma alla televisione, ieri, domenica 18 giugno, un episodio per certi versi analogo si è ripetuto a Sagliano Micca. In questo caso, i soliti ignoti dopo essersi aperti un varco nella recinzione di un giardino, hanno cercato di forzare, senza riuscirvi, la portafinestra di una villetta. A scoprirlo sono stati i padroni di casa, che hanno immeditamente richiesto l'intervento dei carabinieri. E qualcuno, nei giorni scorsi, ha fatto irruzione anche nell'abitazione di una donna a Ronco, sempre forzando un accesso. In questo caso a segnalare l'accaduto alle forze dell'ordine è stato il figlio, che era andato a controllare l'alloggio, in quanto la madre si trova fuori Biella. E ancora i carabinieri stanno indagando sull'incendio di alcune sterpaglie, che ha danneggiato parte della recinzione della Filatura di Verrone, a Verrone. Qualcuno, infatti, avrebbe notato un'auto di piccola cilindrata ferma in zona, poco prima che scoppiasse il rogo, subito spento dai vigili del fuoco.