25 luglio 2021
Aggiornato 21:30
EuroChallenge

Bonprix per la storia

Stasera alle 20.30 i rossoblů guidati da Fabio Corbani contro Le Mans. Se vincono si qualificano.

BIELLE - Sesto impegno stagionale in «EuroChallenge» per la Bonprix Biella, che questa sera, a 48 ore di distanza dall’ultima uscita in campionato, contro Trapani, scende in campo in terra francese contro il Le Mans Sarthe. Palla a due alle ore 20.30. La compagine francese comanda il gruppo «G» con 9 punti in classifica (4 vittorie e una sconfitta), seguita dalla Bonprix in seconda posizione a quota 8, Anversa a 7 e KTP-Basket con 6. Nell’ultimo turno i rossoblù sono usciti sconfitti dalla «Lotto Arena» di Anversa col punteggio di 82-92; Le Mans, invece, ha ottenuto bottino pieno sul parquet di Kotka per 96-62. Si qualificano al turno successivo (in programma dal 13 gennaio al 24 febbraio 2015) le prime due squadre del girone. Biella deve quindi vincere, viceversa sperare.

Statistiche, le nostre eccellenze - In cinque giornate, il capitano «biellese» Alan Voskuil ha ottenuto il secondo posto nella speciale graduatoria dei giocatori più prolifici della dodicesima edizione di «EuroChallenge»: la guardia danese conta un totale di 114 punti conquistati, per una media di 22.8 a gara. Nella stessa classifica, il compagno di squadra Benjamin Raymond si è piazzato in sesta posizione (100 punti, 20.0 a match). «Al» è inoltre il miglior atleta del torneo per triple realizzate (23) e il quinto per palle recuperate (12). Tommaso Laquintana, invece, è secondo nella top ten dei giocatori con la miglior vena realizzativa dalla lunga distanza (11/17, 64.7%). Dopo cinque partite, Luca Infante risulta il settimo miglior rimbalzista difensivo dei 301 atleti coinvolti nella competizione: 32 rimbalzi, 6.4 a incontro.

Parola di coach - l tecnico della Pallacanestro Biella, Fabio Corbani presenta così la sfida: «Giochiamo contro una squadra costruita per vincere l’EuroChallenge. Come abbiamo fatto all’andata affrontiamo l’incontro con umiltà. Noi ci vogliamo provare. Sono molto contento per i nostri ragazzi perché, così come ad Anversa una settimana fa, possono ancora giocarsi una grande chance. E’ un qualcosa di inaspettato pensando ai motivi per cui abbiamo scelto di partecipare a questa competizione. Sono contento per il club e per chi ci ha aiutato sponsorizzandoci perché abbiamo onorato l’impegno nel migliore dei modi. Cercheremo di fare del nostro meglio in una partita sulla carta impossibile, e di far sì che il nostro sogno possa diventare possibile».