19 agosto 2019
Aggiornato 03:30
Territorio

Tavolo del Turismo ai nastri di partenza per Expo 2015

Luciano Rossi, presidente ATL: «per la promozione del Biellese trasporti, turismo, eventi e tanto marketing on line»

BIELLA - L'ora X sta per scoccare, tra polemiche, inghippi, intrallazzi e grandi speranze l'Expo 2015 si avvicina a passi da gigante ed anche per Biella è venuto in tempo di puntare ai frutti di «feeding the planet». Provare a nutrire l'economia con i frutti di turismo, accoglienza, presenza diretta di Biella e dei suoi prodotti a Expo, grandi eventi e soprattutto promozione del territorio attraverso il web.

A prendere le redini della situazione ci ha pensato il Tavolo del Turismo Biellese a cui siedono Provincia, Città di Biella, Camera di Commercio, ATL e Fondazione Cassa di Risparmio. Saranno questi gli attori protagonisti del lancio di Biella sullo schermo internazionale della fiera milanese.

Poco più di 100 chilometri ci dividono, quindi il primo punto di ordine organizzativo su cui Biella è in difetto e sul quale operare sono i trasporti. Se n'è già parlato, e si farà: per l'occasione Provincia, Città di Biella e ATAP rafforzeranno i collegamenti, grazie all'intervento economico di Regione Piemonte, con la navetta «Cashmere Express»  che si inserirà in una rete regionale di collegamento dei distretti piemontesi con Expo. A parte il nome accattivante, il bus Biella-Milano e ritorno avrà anche un impatto visivo e promozionale: «È nelle nostre intenzioni, e ci impegneremo affinché avvenga, trasformare il 'Cashmere Express' anche in uno strumento di comunicazione, inserendo in vista il logo che richiama direttamente al nostro sito www.biellaturismo.org» spiega Luciano Rossi, presidente di ATL.

E sui siti c'è molto altro da dire, parecchia della promozione in cantiere passerà dal web. Posto che si cercherà di sfruttare il più possibile la presenza di realtà biellesi in esposizione nel padiglione Italia, invitando le aziende attive a fare sistema e porsi, esse stesse, come testimonial del territorio e delle sue proposte, l'impatto di una buona campagna di marketing territoriale su internet è da tenere ben presente. Ci hanno pensato Camera di Commercio, ATL e Regione Piemonte, che si occuperanno della creazione di un web market place: una vetrina/bouquet multilingua capace di rappresentare l'offerta turistico/ricettiva e culturale/artistica del territorio favorendo l'incontro tra l'internauta e le proposte biellesi.

Un link possibile anche grazie allo sfruttamento del mondo dei social. Insomma, la promozione del territorio cambia e si evolve: «Il web market place sarà attrezzato per ben rappresentare il Biellese e i suoi contenuti – prosegue Rossi – ma dobbiamo farci arrivare gli utenti, attraverso gli slogan sui bus navetta, ma anche con l'hashtag #innamoratidelbiellese, con Facebook, Twitter, Istagram. Lo step successivo  è poi far trovare ai visitatori un prodotto interessante e completo sia esso turistico da comprare, nel caso di pacchetti, hotel, ristoranti, o di fruizione, e qui entrano in campo i grandi eventi, le mostre, lo sport, la natura. Così la pubblicità del territorio si trasforma in economia a beneficio del territorio stesso». Il tutto coinvolgendo Comuni e istituzioni, Associazioni di categoria, Fondazioni e Associazioni, imprese e sponsor privati, l'apporto di tutti sarà fondamentale. Il progetto c'è, ora si comincia ad operare sul concreto.