21 aprile 2021
Aggiornato 20:00
Società e Politica

«La dignità e i bisogni» spiegati dagli esperti in cinque incontri

L'Itinerario di ricerca e formazione all'impegno sociale e politico 2015 di M.E.I.C. e Arcidiocesi si occupa di pace, diritti e partecipazione sociale.

VERCELLI - «La dignità di ogni persona umana e il bene comune sono questioni che dovrebbero strutturare tutta la politica economica, ma a volte sembrano appendici aggiunte dall’esterno per completare un discorso politico senza prospettive né programmi di vero sviluppo integrale» (Evangelii Gaudium 203). Le parole di Papa Francesco non lasciano dubbi interpretativi, e il M.E.I.C. di Vercelli insieme all'Arcidiocesi le fanno proprie nella scelta dell'argomento dell'Itinerario di ricerca e formazione all'impegno sociale e politico 2015.

L'iniziativa, che si ripete per la terza volta, punta ad approfondire con una serie di incontri le tematiche collegate alla vita civile e sociale, nella fattispecie nel 2015 si parlerà di «dignità e bisogni»: «Nell’ipotizzare gli argomenti di questo nuovo ciclo dell’Itinerario avevamo pensato alle «necessità» principali che la società e i singoli si trovano ad affrontare ai giorni nostri: oggi, nel breve lasso di tempo intercorso, queste necessità sembrano divenute «urgenze», per non dire «emergenze» - commenta il presidente di M.E.I.C. Vercelli, Mino Vittone - Ecco perché l’itinerario comincia proprio dalla pace, per la quale bisogna «pensare globalmente ma agire localmente» e termina con il ruolo delle religioni, che mai possono essere pretesto di crimini o anche solo discordie! In mezzo e come mezzo di azione in vista di questi obiettivi, ci sono la partecipazione sociale, uno sviluppo economico integrale, derivante da un lavoro dignitoso, e la promozione della salute piena, vale a dire del benessere complessivo della persona. Ed ecco perché alle conferenze e dibattiti con i grandi nomi delle diverse discipline seguono laboratori i cui protagonisti, pur sotto la guida di esperti nei vari settori, sono gli stessi partecipanti».

Argomenti impegnativi affrontati in cinque manche da altrettanti relatori: aprirà la serie di incontri sabato 24 il giornalista e scrittore Enrico Peyretti, introdotto dall'arcivescovo Marco Arnolfo, con il tema «la promozione della pace: pensare globalmente, agire localmente». Si prosegue sabato 7 febbraio con l'intervento «La promozione della partecipazione sociale e della cittadinanza attiva» a cura di Sergio Sorgi, esperto in temi sociali. Sabato 7 marzo si parlerà di «Nuovo sviluppo economico e nuova occupazione: origini del declino e come reagire» con Michele Salvati, docente di Economia politica all'Università degli studi di Milano, il primo teorizzatore del Partito Democratico inteso come formazione in grado di riunire in un soggetto di centrosinistra, il riformismo cattolico e quello socialdemocratico, e con il segretario  nazionale Cisl Giovanna Ventura. Sabato 21 marzo il relatore sarà l'ex ministro della Salute e attuale membro del Consiglio superiore della magistratura Renato Balduzzi impegnato in «Promozione della salute piena».

Sabato 11 aprile sono attesi a Vercelli Luigi D'Andrea vicepresidente nazionale M.E.I.C., e il teologo protestante e pastore della Chiesa Valdese Paolo Ricca, con un tema attuale e scottante: «Il ruolo pubblico delle religioni: una risorsa o un pericolo per il mondo?».

I laboratori didattici si terranno invece in tre diversi sabati, 21 febbraio, 28 marzo e 18 aprile.

Tutti gli appuntamenti troveranno spazio dalle 9.30 alle 12.30 a Palazzo Juvarra con ingresso libero su iscrizione.