16 ottobre 2019
Aggiornato 08:30
Via dei Tigli

Furchì in carcere a Biella

Trasferimento tecnico, da Torino, per l'omicida del consigliere comunale Alberto Musy ferito il 21 marzo 2012 e morto poi successivamente, dopo 19 mesi di coma, quando il processo era già iniziato.

BIELLA - Detenuto «eccellente» in via dei Tigli. Francesco Furchì, condannato all’ergastolo per l’omicidio del consigliere comunale Alberto Musy, è stato infatti trasferito dal carcere di Torino a quello di Biella. Per il detenuto, giudicato in primo grado con la sentenza dello scorso 28 gennaio, si è trattato - secondo quanto appreso dall'autorità giudiziaria competente - di un trasferimento di routine. Francesco Furchì, 56 anni, è in carcere da oltre due anni, cioè dal gennaio 2013, quando la polizia gli mise le manette con l’accusa di essere l’autore dell’agguato a colpi di pistola con cui Musy era stato ferito il 21 marzo 2012 e morto poi successivamente, dopo 19 mesi di coma, quando il processo era già iniziato.