21 aprile 2021
Aggiornato 18:30
Guardia di Finanza

Biella, presi due baby spacciatori

Due giovanissimi nascondevano cocaina ed eroina nei vestiti. Fermati durante un controllo stradale. Arrivavano da Milano

BIELLA - Prosegue, senza sosta, l’attività antidroga svolta dai finanzieri della sezione mobile del nucleo di polizia tributaria. In particolare, in vista dell’approssimarsi delle festività pasquali, il dispositivo di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti è stato particolarmente intensificato, soprattutto durante i fine settimana e verso i corrieri/pendolari di droga provenienti dall’hinterland milanese e torinese. In tale contesto operativo, la scorsa settimana, all’imbrunire, venivano controllati due giovani residenti in provincia: L.A. di anni 20 e B.M.M. di anni 19, che a bordo di un’utilitaria, facevano rientro dal capoluogo meneghino. Non appena intimato l’alt di polizia, i ragazzi hanno cercato di evitare il controllo recitando il solito copione ma, l’atteggiamento particolarmente nervoso e la palpabile agitazione hanno indotto i militari ad approfondire il controllo. L.A. al volante dell’automezzo si rifiutava, fin da subito, di sottoporsi ai controlli previsti dall’art. 187 del codice della strada e per tale motivo gli veniva ritirata la patente di guida e veniva deferito alla locale Procura della Repubblica. Le successive perquisizioni personali e veicolari permettevano di rinvenire, abilmente occultati sulla persona, tra le pieghe degli indumenti, sei involucri di plastica contenenti un totale di quasi 20 grammi di eroina e 5 grammi di cocaina. E’ così che per i due giovani è inevitabilmente scattata una denuncia per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.