26 luglio 2021
Aggiornato 22:30
Basket | Lega A2 Gold

Parla Sambugaro: «E ora divertiamoci»

Il genral manager dell'Angelico Biella fa il punto della situazione in vista dei play off. Domenica gara amichevole con Casalpusterlengo: «Dobbiamo vivere questo momento con entusiasmo»

BIELLA - Si è tenuta in mattinata, nella sala stampa «Gabriele Fioretti» del "Forum", la conferenza stampa del club dedicata alla chiusura della stagione regolare. Nell’occasione sono stati affrontati i temi relativi ai play off ormai imminenti. Il primo a prendere la parola è stato il general manager dei rossoblu, Marco Sambugaro.

PLAY OFF«Non siamo una squadra che può permettersi di scegliere il proprio avversario. Dobbiamo essere consapevoli dei nostri limiti. Le probabilità dicono che potremmo incontrare più facilmente Treviglio o Recanati. Proveremo ad andare avanti il più possibile, intanto pensiamo al primo turno. Dobbiamo vivere questo momento con entusiasmo, non dobbiamo avere paura o blocchi mentali. E’ un evento del quale tutti noi siamo orgogliosi di farne parte, bisogna viverlo bene, con serenità. Allo stesso modo i nostri tifosi devono essere eccitati, insieme a loro abbiamo tagliato un traguardo che a inizio stagione era complicato da raggiungere, ora divertiamoci tutti insieme».

PREPARAZIONE - «Domenica ci attende un turno di riposo, per questo motivo oggi affrontiamo un’amichevole a Codogno con Casalpusterlengo, per tenere alta la tensione del gruppo. Durante le sedute di questo periodo, rispetto alle settimane precedenti è previsto un richiamo atletico di mezz’ora prima di ogni allenamento, principalmente basato sulla rapidità e meno sulla quantità, questo per non sovraccaricare la squadra».

I GIOCATORI -  «L’inserimento di Johnson? Voskuil era un terminale, un giocatore al quale passavi la palla e sapevi che qualcosa faceva. Kyle ha altre caratteristiche, è un giocatore di squadra, pulito, lineare, fa bene tante piccole cose. Gli serve tempo per integrarsi al meglio nei meccanismi della squadra. Laquintana? E’ tornato martedì, ieri è stato a riposo, sta bene. Ha il solito problemino al ginocchio ma ci deve convivere. Tommy ha 19 anni, queste sensazioni per lui sono nuove, da sportivo deve abituarsi a gestire il dolore».