2 luglio 2020
Aggiornato 20:30
Opere pubbliche

Piazza Duomo, la Regione dà 800 mila euro per i lavori

Arrivano i soldi per il restauro, contestato, dell'area che è di proprietà della Diocesi. L'assessore comunale Varnero: «Obiettivo, cantiere entro giugno»

BIELLA - La Regione Piemonte ha sbloccato nei giorni scorsi il finanziamento da 800 mila euro stanziato per il restauro di piazza Duomo. È il via libera definitivo che consentirà al Comune della città di pubblicare il bando di gara e di assegnare l'appalto per i lavori in tempi brevi. «L'obiettivo - spiega l'assessore ai lavori pubblici Valeria Varnero - è di aprire il cantiere nella prima metà di giugno, per completare tutto entro la fine dell'anno».

IL PUNTO - Il rifacimento di piazza Duomo è diviso in due lotti: il primo riguarda il sagrato vero e proprio, ovvero il segmento di piazza davanti alla cattedrale di Santo Stefano e vale 900.000 euro, 772.000 euro arrivati grazie a un contributo ministeriale ottenuto partecipando a un bando, 128.000 euro a carico del Comune. Il secondo lotto riguarda la parte Nord della piazza, dalla fontana del Mosé a via Duomo. Costa 1.300.000 euro, 800.000 dei quali a carico della Regione. «Il prossimo passo sarà la pubblicazione del bando - spiega ancora Valeria Varnero - per poi procedere rapidamente con la gara di appalto e l'assegnazione dei lavori». Il progetto di sistemazione della Piazza, in passato, è sempre stato motivo di scontro politico. L'area infatti è di proprietà della Diocesi. Commentatori politici ed esponenti di partito hanno infatti sostenuto che non dovrebbe essere il Comune a farsi carico dell'onere di sistemare il sito.