25 luglio 2021
Aggiornato 22:00
Basket | Lega A2 Gold

Biella, la «curva Barlera» prepara l'inferno

Già venduti 2 mila biglietti per la sfida di mercoledì tra Biella e Treviglio. Il capo ultrà, Porta: «Niente processi... Solo tantissimo tifo»

BIELLA - E’ un autentico match-spareggio quello che vedrà di fronte domani sera al Biella Forum l’Angelico di coach Fabio Corbani e la Remer Blubasket Treviglio, in campo per gara-3 del primo turno di playoff. Nella serie giovedì ai nastri di partenza, la formazione biellese si è portata al comando dopo la sfida d’esordio disputata sul parquet di casa (vinta 90-83), mentre domenica la compagine lombarda ha agguantato il pareggio con un successo davanti al pubblico del PalaFacchetti (70-67). Sarà il terzo e ultimo incontro, pertanto, a decidere l’avversaria della Junior Casale ai quarti di finali. Biella e Treviglio si sfideranno per la palla a due alle ore 20.30. E' scattata la caccia al biglietto, con oltre 2 mila tagliandi venduti in poche ore. In città, insomma, è scattata, la chiamata alle armi per evitare un'eliminazione che suonerebbe come una beffa dopo una stagione ampiamente positiva.

LA CURVA - «La curva domani sosterrà la squadra dall'inizio alla fine - dice Claudio Porta, uno dei punti di riferimento della tifoseria che si colloca nella «curva Barlera» -. Al di là della sorpresa di trovarci alla bella, siamo e saremo sempre vicini ai ragazzi. Noi non facciamo processi, ma il tifo. Daremo quindi il massimo sugli spalti. Saremo tantissimi. E faremo un tifo infernale perché vogliamo vincere e passare il turno. Credo che in tutti questi anni l'apporto dato dai tifosi abbia dato dei risultati, positivi, per le squadre rossoblù. Perché qui siamo in un'isola felice. Dove tutti applaudono, anche quando non si vince, anche quando le cose vanno storte. Chi vince mercoledì? Deve vincere Biella, dobbiamo vincere noi... Noi tifosi che la metteremo tutta».

BIGLIETTI - A fare il punto della vendita dei biglietti è Giulia Marino, responsabile eventi di Pallacanestro Biella: «Siamo a quasi 2 mila biglietti, avendo iniziato a venderli lunedì. Il clima play off si sente. La gara spareggio anche. Ma sarebbe ipocrita negare che costando 2 euro, molti si sono precipitati. Tutto esaurito? Lo escludo. Credo ragionevole pensare che arriveremo a 3500 presenze».