25 luglio 2021
Aggiornato 20:30
Basket | Lega A2 Gold

Orgoglio Angelico. Casale cade al «Forum»

Biella vince gara 3 (74 a 71) con una prova di grande determinazione. Americani sopra le righe. L'allenatore Corbani: «Complimenti ai ragazzi. Puntiamo alla bella»

BIELLA – L'Angelico non muore mai. E nonostante fosse in grande affanno fisico contro Casale, ha vinto una partita che difficilmente ci si dimenticherà al "Forum». Una vittoria di cuore, quando le gambe pareva non riuscissero a tenere l'atletismo degli avversari apparsi con più frecce nell'arco. Si torna quindi al "Forum" per gara 4 dei play off per la Serie A, con il pronostico forse a favore dei casalesi, ma con i rossoblù che, quando la gara diventa questione di orgoglio, non hanno paura di nessuno. E che quindi nulla hanno da perdere nella prossima sfida. Anzi. Il 2 a 1 nella serie, sa infatti di equilibrio. Quello che si è visto in campo, per quaranta combattutissimi e spettacolari minuti. La coppia americana dell'Angelico è stata protagonista di una prova sopra le righe. Ma bene hanno fatto anche De Vico, Laquintana e Chillo. Meno i veterani Berti e Infante.

PRIMO QUARTO – Johnson ha fatto tre canestri su cinque tentativi in poco più di due minuti, suonando la carica per i padroni di casa. Ma Casale non s'è scomposta. E l'equilibrio ha regnato sovrano. 13-14 al 5°. "BJ" s'è preso tutte le responsabilità offensive della squadra. Casale però ha mostrato più atleticità e giocatori da buttare nella mischia. Biella comunque è riuscita a chiudere sul – 2, grazie ad una bellissima penetrazione a canestro di Laquintana (26-28), la prima frazione.

SECONDO QUARTO – E' stato De Vico a firmare due nuovi vantaggi rossoblù. Prima con 5 punti ("bomba" e penetrazione): 31-30 all'12°. E poi ancora: 34 a 33 sempre con una "bomba" al 14°. Un "BJ" dei momenti migliori ha tenuto l'Angelico avanti per diversi minuti (37 a 35 al 16°). Casale però da tre punti è stata spesso implacabile, punendo la retroguaria rossoblù. 42 pari al 19°. Le due squadre sono andate negli spogliatoi sull'errore dalla lunga distanza di Berti, con Casale avanti di un fragilissimo +1 (43-44).

TERZO QUARTO – Un ispirato De Vico ha messo la "tripla" del + 4 (50-46) al 24° sotto i cori della "curva Barlera" piena all'inverosimile. Lo stesso ha poi piazzato il canestro del 54 a 51 al 27°. Ed è invece stato Johnson a provare a staccare gli avversari, segnando dall'arco il canestro del 57 a 51 al 27°, primo vero tentativo di andare via dell'Angelico. Ma è stato un fuoco di paglia. Casale s'è subito rifatta sotto, sfruttanto i lunghi americani sotto canestro e portando il punteggio al suono della terza sirena sul 57 pari.

QUARTO QUARTO – Biella è entrata nell'ultimo periodo in grande affanno, forse pagando lo sforzo atletico per stare attaccata a Casale. Ma l'asse americana dei rossoblù ha tenuto alla grande sia in attacco sia in difesa (63-61 all'34°). Infante ha sbagliato due tiri da sotto che Casale ha punito con la "tripla" di Amato: 63 a 66 al 36°. E poi ancora lo stesso numero 6 casalese ha firmato il 65-69 al 17° che sapeva di definitivo. Ma "BJ" ha infilato 69 pari al 18°. E De Vico da sotto ha siglato un 72 a 71 a 57» che aveva del prodigioso per lo sforzo profuso dalla squadra per arrivarci. "BJ" ha quindi sbagliato il canestro della sicurezza ad una ventina di secondi dalla fine. E dall'altra parte Casale ha sprecato il tiro del ribaltamento del punteggio. Proprio il centro rossoblù dalla lunetta ha fissato il punteggio sul 74 a 71.

DICHIARAZIONI – «Obiettivo riportare la serie alla bella. Siamo una squadra in costruzione ma possiamo farcela. Eravamo una squadra che correva – ha detto il coach Fabio Corbani -. Oggi invece controlliamo il ritmo. Grande applauso ai ragazzi. Situazione quasi irreale. Oggi abbiamo creato qualche insicurezza a Casale Monferraro. Ora vedremo cosa ci aspetterà gara 4. Speriamo di avere come questa sera tanti tifosi. Per noi è importante».

PAGELLE
Laquintana 7,5 – Bravo dall'inizio alla fine. Anche se non sempre ha fatto canestro (3 su 11 al tiro). Ammirevole il suo tuffo difensivo nell'ultimo quarto.
De Vico 8 – Canestri da tre punti strepitosi. Male in difesa in alcuni momenti. Ma prova di grande maturità.
Rajmond 8 – Ben 10 punti nella sola prima frazione di gioco. S'è caricato la squadra sulle spalle, ripagando la fiducia di tutti. Grande riscatto rispetto alle ultime prove.
Chillo 7 – Canestri e lotta sotto i tabelloni. Grosso passo avanti.
Johnson 7,5 – Gran primo quarto (9 punti e tante idee in testa). Poi non sempre ha fatto benissimo. Ma finalmente è stato un punto di riferimento per la squadra, sia in attacco sia in difesa.
Lombardi 5 – Sarebbe stata utile la sua fisicità. Invece non riesce mai ad incidere. Cinque minuti anonimi.
Infante 5 – Due sanguinosi errori da sotto. E contro i lunghi avversari ha sempre patito. Prestazione non all'altezza della sua generosità.
Berti 5 – Mai davvero dentro la gara.
Danna ne
Marzaioli ne
Corbani 7,5 – Serviva una prova di carattere. E la squadra non ha deluso.

TABELLINO
ANGELICO BIELLA: Johnson 17, Chillo 10, Laquintana 10, Infante, Lombardi, Berti, Raymond 21, De Vico 16, Danna n.e., Marzaioli n.e.. All. Corbani.
NOVIPIU': Giovara, Amato 13, Tomassini 8, Natali 6, Blizzard 5, Martinoni 12, Ruiu n.e., Fall 11, Valentini n.e, Samuels 8, Marshall 8. All. Ramondino.
ARBITRI: Moretti, Migotto, Rudellat.