25 luglio 2021
Aggiornato 21:00
Basket | Lega A2 Gold

«Cantù? Solo voci di mercato... Lavoro per l'Angelico del futuro»

Indiscrezioni parlano di trattative per coach Corbani, che dice: felice di certi accostamenti, ma Biella è una piazza ideale

BIELLA - «Nessun contatto ufficiale. Solo delle voci di mercato, legate agli allenatori, di carattere giornalistico a livello nazionale. Sto infatti lavorando per l'Angelico dell'anno prossimo e non ho intavolato alcune trattativa». Coach Fabio Corbani commenta così l'indiscrezione pubblicata oggi dal bisettimanale «il Biellese», secondo ci sarebbe un discorso in piedi per un suo approdo a Cantù. «Ovviamente mi fa piacere che il mio nome venga accostato ad una società storica e prestigiosa di Serie A - aggiunge il tecnico della squadra rossoblù -. Mi pare tutto esagerato, però. E se devo entrare nel merito, credo si tratti di un discorso legato al mercato degli allenatori della massima serie, dove però sono appena iniziati i play off Scudetto. Quindi ipotizzare novità è prematuro per tutti».

QUI ANGELICO - I tifosi biellesi possono stare quindi tranquilli? Forse sì, anche se non troppo. Nel senso che l'allenatore della Pallacanestro Biella è reduce da due stagioni ampiamente positive, quando non addirittura molto sorprendenti. E in una Serie A dove moltissime piazze potrebbero cambiare guida tecnica, è più che plausibile che il nome di Corbani venga tenuto in grande considerazione. Da qui a dargli la guida di una squadra giovane e con un progetto interessante il passo e breve. Inoltre, cosa può offrire Biella ad un tecnico giovane, bravo e le cui credenziali sono in forte crescita da più stagioni? Un altro anno di Lega A2/Gold sicuro. E la Serie A con una certa calma, visto che ci sono ancora debiti da pagare ed una società da rinforzare sotto diversi profili.

SI LAVORA - «In questo momento tutto è fermo. Il mercato solitamente si muove a cascata. Prima finisce la Serie A, quindi le grandi squadre si muovono per giocatori e allenatori. Poi tocca alle medie, poi alla serie cadetta. Il resto sono considerazioni personali o di qualche addetto ai lavori, legittime ma aleatorie. Io sto lavorando con Sambugaro per la formazione del prossimo anno. Se si fa il mio nome, come in passato si fece con Varese, per club importanti come Cantù, ne sono felice, ma reputo Biella una piazza ideale dove lavorare e vivere di pallacanestro».