28 marzo 2020
Aggiornato 10:00
La polemica

«Mai avuto tessere di partito. Lavoro per meriti professionali»

Il sindaco di Occhieppo Inferiore, Monica Mosca, replica alle accuse di Fratelli d'Italia, sul suo incarico da 40 mila euro per insegnare italiano agli stranieri

OCCHIEPPO INFERIORE - «Non ho tessere di partito. E ho ricevuto l'incarico solo per meriti professionali. Chi cavalca l'onda di questa polemica mediatica, farebbe meglio a dedicarsi ad altro». Monica Mosca dopo qualche giorno di silenzio, ha rotto gli indugi e rispedito al mittente le accuse: aver ricevuto un incarico da quasi 40 mila euro per insegnare italiano agli stranieri. Secondo Fratelli d'Italia a determinare l'incarico sarebbe stata proprio la tessera del partito di Renzi. Il primo cittadino del paese, però, ha precisato: «Sono stata eletta con una lista civica. Le illazioni fatte contro di me sono assurde e intollerabili. E poi la cifra in questione è lorda». Il sindaco, che ha ricevuto la solidarietà del segretario provinciale del Pd, Paolo Furia, e le critiche di Andrea Delmastro (leader per Fd'I nel Biellese) è ricercatrice universitaria. A sollevare le accuse contro Mosca, esponenti del centrodestra dell'Alessandrino, dove appunto il sindaco biellese ha ricevuto il lavoro.