21 novembre 2019
Aggiornato 20:30
Ferve l'attività al Brich

Tango, teatro e giri sul pony

Weekend vivaci al Brich di Zumaglia, dove le attività estive propongono tango in terrazza, teatro nel parco e le passeggiate in groppa a Sampey. Si ricorda inoltre che il parco è sempre accessibile, mentre il Castello, per tutto il mese e anche in agosto, sarà aperto solo alla domenica dalle 10 alle 19.

ZUMAGLIA - Weekend vivaci al Brich di Zumaglia, dove le attività estive propongono tango in terrazza, teatro nel parco e le passeggiate in groppa a Sampey. Si ricorda inoltre che il parco è sempre accessibile, mentre il Castello, per tutto il mese e anche in agosto, sarà aperto solo alla domenica dalle 10 alle 19.

MA GLI SPAGHETTI…?
Dopo un debutto annaffiato dal temporale, lo spettacolo «Ma gli spaghetti declamano nel piatto di tutti?» è partito a pieno regime e prevede ancora cinque repliche nei prossimi tre fine settimana: Venerdì 17, Sabato 18, Venerdì 24, Sabato 25 e infine Venerdì 31.
Nella XXII edizione dello spettacolo itinerante che si dipana in dodici scene tra i sentieri del Brich fino al Castello, il regista Paolo Zanone ha scelto di «cavalcare» il tema Expo e si parlerà quindi di cibo.
Due cuochi alle prese con un’improbabile ricetta, ispirata da celebri canzoni, aprono lo spettacolo, che prosegue con una scena sugli Ogm. È il «Pinocchio» di Collodi a offrire lo spunto per la situazione ambientata all’Osteria del Gambero Rosso, mentre su una panchina rossa si svolge una scena al contempo divertente e poetica. Rossi e bianchi sono anche i quadretti della tovaglia di una tipica trattoria, che offre un ironico spaccato della ristorazione e dell’accoglienza locale. Segue una scena tutta in piemontese, incentrata sulla ricetta della «panada». Al ristorante si svolgono due scene in cui sono protagonisti camerieri: mentre il primo pilota impietosamente le scelte dei suoi clienti, il secondo utilizza il cibo come mezzo di seduzione. In compagnia di una studiosa meticolosa e preparata si disquisisce poi sulle affinità tra il cibo e l’uomo in amore, giocando su divertenti paradossi filosofici. Si giunge quindi alla mensa di un austero collegio, dove vengono impartite severe regole da seguire per il corretto comportamento a tavola. Una scena di vita familiare contrappone i punti di vista differenti di madre e figlio. Si chiude con una scena d’impatto visivo ed emotivo, che parla di condivisione e che coinvolge sette ragazzi africani.
«In quest’ultima scena – commenta Paolo Zanone – questo fine settimana ci saranno altri ragazzi seduti al posto di Boubou e Bacari. Non avendo ottenuto l’asilo politico, i due più giovani del gruppo hanno infatti scelto, con nostro dolore e dispiacere, di andarsene. Purtroppo non sappiamo dove siano e possiamo solo augurarci che stiano bene. Non ci saranno fisicamente al tavolo, ma saranno presenti nel nostro cuore».
L’ingresso avviene a gruppi dalle 20.40 alle 22.20, ogni 20 minuti circa. Biglietto: 13 euro (intero), 10 (ridotto), gratuito (under 10). Info: 333.5283350; www.teatrandobiella.it e su Facebook nella pagina Ars Teatrando.
Si ricorda che nel parco, ma fuori dal percorso dello spettacolo, la Cascina Alé offre la possibilità di cenare prima di assistere alla rappresentazione, con successivo sconto sul biglietto d’ingresso (prenotazioni al 348.5302843).
In collaborazione con l’associazione Ti Aiuto Io di Candelo, su prenotazione, è stato attivato inoltre un servizio gratuito di trasporto con le Joelette per coloro che hanno difficoltà di deambulazione. Per informazioni e prenotazioni: 015.2537129.

MILONGA TRA I MERLI E SOTTO LE STELLE
Spazio ai tangueros, invece, Giovedì 16 dalle 21, quando l’associazione Kineos di Stefano Aggio trasformerà la terrazza alta del Castello in una sala da ballo a cielo aperto.
Con il profilo del monti e il cielo stellato a far da scenario, le coppie volteggino tra i merli al bagliore delle candele, in un’atmosfera di grande fascino.
In caso di piaggia la serata si svolgerà all’interno del salone.

PASSEGGIATE SU SAMPEY
Da quando ha aperto Cascina Alé le passeggiate sul pony Sampey, nel periodo primaverile ed estivo, partono da lì, alla domenica pomeriggio dalle 16.30 e le 18.30 ogni mezz’ora. Costo della passeggiata: 10 euro. Solo su prenotazione: 335.6509878.
Il candido pony, ormai entrato a far parte della famiglia di Teatrando, aspetta i piccoli cavalieri per un’escursione che si svolge su un tracciato in mezzo al bosco e che di fatto percorre tutta la parte bassa della collina.
La Cascina Alé si raggiunge facilmente accedendo al parco dalla parte di Zumaglia. Lasciata l’auto al parcheggio ci sono due possibilità: o si prosegue a piedi lungo la strada asfaltata che scende a sinistra del cancellone principale, seguendo la staccionata fino alla fine, dove si apre una via che sale in mezzo al parco e conduce a destinazione; oppure si sale a destra, senza entrare nel cancellone principale, seguendo anche qui la staccionata fino a un altro accesso a una strada, praticamente in piano, che va percorsa fino alla fine.