21 novembre 2019
Aggiornato 20:00
Biella

"Dozzina di pakistani dormono agli Zumaglini nel degrado"

Ennesimo controllo delle forze dell'ordine, oggi. Moscarola: vergogna, immigrati di serie A e altri di serie B

BIELLA - Torna prepotentemente alla ribalta il tema degli immigrati e dei giardini pubblici Zumaglini. Poche ore fa, infatti, il consigliere comunale della Lega Nord Giacomo Moscarola ha personalmente verificato una situazione incresciosa che parrebbe andare avanti da diversi giorni. "Ci sono una dozzina di stranieri, di nazionalità pakistana, che da giorni vive e staziona nel parco... - dice Moscarola, che ha assistito anche ad un controllo da parte della polizia, intorno alle 18 -. Uomini e donne, senza aiuti né assistenza. Dormono nei cartoni e mangiano alla mensa del povero, una volta al giorno. Ma nessuno dà loro aiuto. Scopro quindi che esistono immigrati di serie A e immigrati di serie B. Ci sono quelli che prendono trenta euro al giorno e vengono ricoverati in strutture adeguate. E poi ci sono questi che creano degrado, vivono come disgraziati e nessuno fa niente. Il sindaco Cavicchioli non può fare finta di niente. Questa situazione è un vergogna». Le forze dell'ordine da giorni stazionano nell'area. Anche i residenti se ne sono accordi. Spesso ci sono i carabinieri a piedi o poliziotti sulle volanti. Ma intanto questi cittadini stranieri bivaccano in attesa di non si sa bene cosa. Tutti sanno, insomma. Ma la soluzione non pare ancora essere stata trovata.