26 luglio 2021
Aggiornato 21:00
I lavori in programma

Funicolare, il Comune chiede una proroga sui tempi d'apertura

Richiesta presentata per completare l'iter dei futuri lavori. Venerdì 16 ottobre stop e sopralluogo del Ministero dei Trasporti. La Malfa: «Tenere ferma la funicolare in questo lasso di tempo è inutile»

BIELLA - Il Comune chiede una nuova proroga per tenere aperta la funicolare del Piazzo, in attesa di completare l'iter amministrativo e assegnare i lavori per il restauro. La richiesta, presentata da Palazzo Oropa, potrà essere accolta solo dopo il sopralluogo dei funzionari del Ministero dei Trasporti, attesi a Biella venerdì 16 ottobre. In quella giornata l'impianto resterà chiuso, per poi tornare in funzione, se la proroga al funzionamento sarà concessa, il giorno dopo e restare attivo per ulteriori cinque-sei mesi.

Parla l'assessore La Malfa
«È all'incirca il tempo necessario - spiega l'assessore Stefano La Malfa - per terminare il progetto della nuova funicolare, approvarlo, bandire la gara d'appalto e assegnare i lavori all'impresa. Tenere ferma la funicolare in questo lasso di tempo è inutile, visto che non è ancora il momento di aprire il cantiere. Per questo abbiamo richiesto l'intervento dei funzionari, per poterla far viaggiare almeno fino alla fine di marzo».

I lavori in programma
Dal giorno in cui si aprirà il cantiere per la revisione, che comprende la sostituzione dell'attuale motore con un impianto da «ascensore inclinato» simile a quello di Parigi-Montmartre, occorreranno circa quattro mesi di «fermo» per completare l'intervento. Il costo messo a bilancio dal Comune è di circa 1,2 milioni di euro. Venerdì 16 ottobre, giorno del sopralluogo, sarà in funzione il bus sostitutivo dalle 7 a mezzanotte, con partenza da piazza La Marmora a Biella Piano, fermate in via Pietro Micca-piazza Curiel, via Cavour-piazza Martiri, Vialarda e piazza Cucco per poi ridiscendere lungo lo stesso tracciato. Le partenze saranno ogni 20 minuti, il tragitto fino al Piazzo dura 7 minuti.