28 marzo 2020
Aggiornato 10:30
Fede e tradizioni

Mosso, tutto pronto per il presepe gigante. Volontari al lavoro

Fissata la data di apertura: sabato 12 dicembre, a frazione Marchetto. E' l'edizione numero 28. Sono previsti eventi e visite guidate alle molte valenze turistiche dei dintorni, dal santuario della Brughiera all’Oasi Zegna.

MOSSO - Apre sabato 12 dicembre, fino al 6 gennaio dell’anno nuovo, la 28esima edizione del Presepe Gigante di Marchetto. L’allestimento, collocato nel centro storico del paese, è probabilmente il più grande presepe a grandezza naturale d’Italia, già visto da oltre centomila persone. Sono ormai duecento le figure che andranno a ripopolare le vie e gli angoli più caratteristici del paese, dalla piazzetta dell'antico mercato a via Carbonera, mentre la Natività sarà' allestita nello spazio esterno del nuovo centro anziani. Il percorso di visita, libero e aperto a tutti, dura circa un’ora e rievoca in modo storico, ma allo stesso tempo toccante, la vita povera e umile delle passate generazioni e, immerso nella particolare atmosfera natalizia, ci rimanda anche alla fede semplice e insieme profonda di un tempo.

Previsti eventi e visite guidate
E’ in pratica un grande museo etnografico all'aperto che ricostruisce ambienti della memoria popolare, utilizzando le scenografie naturali e urbane di Mosso. I visitatori, in particolare nelle ore notturne, vanno a confondersi con i personaggi e il presepe, come per magia, da gigante diventa vivente. All’allestimento collaborano i volontari della Pro loco di Mosso e le altre associazioni del paese che insieme ai commercianti e agli operatori si stanno impegnando per rendere più bello e accogliente il paese. Sono previsti eventi e visite guidate alle molte valenze turistiche dei dintorni, dal santuario della Brughiera all’Oasi Zegna.