19 agosto 2019
Aggiornato 04:00
Economia

Simonetti: "Tuteliamo il nostro riso. Dazi per quello cambogiano"

Approvata alla Camera la mozione del deputato biellese (Lega Nord) per difendere la filiera nazionale

BIELLA - Nella giornata di ieri la Camera dei deputati ha approvato la mozione del deputato Roberto Simonetti per la tutela della filiera del riso nazionale, impegnando il governo ad attivarsi affinchè le istituzioni europee ripristino i dazi sulle importazione di riso dai paesi meno avanzati e affinchè sulle etichette dei prodotti in vendita sia specificata l'origine dei prodotti stessi, a tutela della qualità e dei consumatori. «È ora di difendere i nostri confini agricoli e tutelare l’eccellenza del made in Italy. Ripristinare i dazi doganali per le importazioni provenienti dai Paesi Meno Avanzati è necessario per tutelare le nostre identità sociali ed economiche» ha detto il deputato della Lega Nord, Roberto Simonetti.

Italia danneggiata dalla concorrenza a zero dazi

«Nonostante l’Italia sia leader europeo nella produzione del riso, sul nostro mercato entra il 25 percento di riso importato dai paesi Ue. La coltura del riso è particolarmente danneggiata dalla concorrenza del riso lavorato proveniente dai paesi meno avanzati, in particolare da Cambogia e Myanmar, che entra nell'Unione Europea a dazio zero - dice Simonetti -. Il settore risicolo è fondamentale sotto ogni punto di vista: economico, agricolo, ambientale e culturale. Il comparto comprende oltre 4000 aziende, 17 industrie , 227 mila ettari coltivati,oltre 10.000 famiglie coinvolte. Il governo intervenga presso le istituzioni dell'Unione europea affinché sia attivata la clausola di salvaguardia a tutela della filiera risicola italiana».