28 marzo 2020
Aggiornato 09:30
Raccolta differenziata

Rifiuti, per Biella un mese di ottobre da record

La percentuale sale a 58,84 per cento. La soddisfazione dell'assessore all'ambiente Diego Presa

BIELLA - A ottobre la raccolta differenziata in città ha raggiunto un altro traguardo-record, sfondando il muro del 58% per la seconda volta consecutiva dopo la performance del mese precedente: la quota di rifiuti riciclati è arrivata al 58,84%, una cifra mai raggiunta prima in un singolo mese a Biella, dopo il 58,38% di settembre. Ottobre è anche il primo mese in cui i rifiuti riciclati hanno superato il milione di chili. Se si somma il 5% circa dei cosiddetti assimilati, ovvero dei rifiuti smaltiti in proprio da attività artigianali, commerciali e terziarie, l'obiettivo del 65% è stato quasi centrato, a poche settimane dalla partenza della raccolta puntuale, che dal 1 gennaio cambierà per i cittadini le abitudini e il modo di pagare la tariffa e che, secondo le stime, dovrebbe consentire un ulteriore balzo verso l'alto della quota di rifiuti non portati in discarica.

La soddisfazione dell'assessore

«A questo proposito - spiega l'assessore all'ambiente Diego Presa - cercheremo di accompagnare nel migliore dei modi i biellesi al nuovo sistema di raccolta. Nei prossimi giorni sarà spedito a tutte le famiglie e alle utenze non domestiche un vademecum pieghevole con le novità da tenere a mente, come i tempi della raccolta della frazione indifferenziata e il modo in cui sarà calcolata e pesata per stabilire la parte variabile della tariffa. Ci sarà anche un promemoria su come differenziare nel modo corretto i rifiuti. Il messaggio è semplice: chi getterà «bene» i rifiuti, differenziando tutto ciò che è riciclabile, potrà avere dei vantaggi».

Il successo spiegato dai numeri

Tornando alla differenziata, i dati di ottobre parlano di una conferma della tendenza positiva verificatasi nel corso di tutto l'anno. La media gennaio-settembre del 2014 era del 51,58%, sempre esclusi gli assimilati. Quella dei primi nove mesi del 2015 è del 55,69%. L'altra buona notizia – paradossalmente – è che il valore assoluto della quantità di rifiuti riciclati è scesa rispetto al 2014, ma questo significa che è calata (finora di oltre 640 tonnellate) la quota di rifiuti conferiti in discarica. Il che significa un risparmio secco vicino ai 75mila euro rispetto all'anno scorso.