9 dicembre 2019
Aggiornato 10:30
In collaborazione con la direzione artistica di Paratissima

«Il tuo racconto al centro» tra arte e cultura

Presentazione della start up alla Fondazione Pistoletto, giovedì sera, con le due protagoniste, Roberta Defassi e Daniela Maestrelli, coworkers di Cittadellarte.

BIELLA - Govedì dalle ore 19 alle ore 20:30 nelle sale auliche di Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, Roberta Defassi e Daniela Maestrelli, coworkers di Cittadellarte, presenteranno la start up «Il tuo racconto al centro» e il progetto speciale realizzato in collaborazione con la direzione artistica di Paratissima. Nata undici anni fa come manifestazione off di Artissima, fiera internazionale di arte contemporanea che si svolge a Torino, Paratissima è diventata in pochi anni uno degli eventi di riferimento nel panorama artistico a livello nazionale e dal 4 all'8 novembre scorso si è svolta l'undicesima edizione. Durante la serata le curatrici del progetto spiegheranno al pubblico come il loro progetto è stato selezionato e come i racconti di Chiara Lorenzetti ed Enrico Neiretti, vincitori del concorso letterario «Ordine o Caos?», sono stati trasformati in complementi d'arredo unici e personalizzati.

Il progetto
«Il tuo racconto al centro» nasce lo scorso maggio all'interno dell'area Coworking di Cittadellarte, ed è frutto della sinergia tra Daniela Maestrelli, artista e fotografa e Roberta Defassi, scrittrice e professionista della comunicazione. Partendo dal principio che ogni persona è unica, così come le storie che la descrivono, il progetto si pone l'obiettivo di realizzare oggetti unici di uso quotidiano come quadri, tendaggi, cuscini, complementi d'arredo che si trovano a metà strada fra realizzazioni artistiche e prodotti di artigianato. Grazie alla collaborazione con l'associazione Let Eat Bi, il Terzo Paradiso in terra biellese, per ciascuna storia, in base alle caratteristiche del protagonista, vengono individuati abbinamenti con piante, frutti ed essenze, in modo da creare un collegamento semantico tra l'interprete del racconto e gli elementi della natura, determinando la scelta dei materiali, dei sapori e dei profumi degli oggetti realizzati. Il progetto si fonda sulla filosofia di una reale personalizzazione dei complementi d’arredo ed è un modo innovativo per arredare e personalizzare i propri spazi abitativi e lavorativi, trasformando il racconto di un ricordo, di un avvenimento o un cambiamento, in oggetti poetici di uso quotidiano.