9 dicembre 2019
Aggiornato 10:30
Emergenza sicurezza

Lega Nord alza la voce: «Riprendiamoci gli Zumaglini. Stop al degrado»

Domani manifestazione del partito di Salvini. Forse presente Cota. Banchetti e volantinaggio. Mosca: «Il parco è delle persone per bene, non di chi delinque».

BIELLA - Toni pacati ma fermi. La Lega Nord mette la bandierina sui giardini Zumaglini. Anzi, tre bandierine. Cioè: tre postazioni, che domani saranno presidiate da militanti e dirigenti del partito di Matteo Salvini. «Un segnale forte e chiaro di come la Lega Nord chieda che questo spazio pubblico e storico sia sempre e solo a disposizione dei biellesi che vengono per passeggiare, portare i bambini al parco giochi o cose simili - spiega alla vigilia della manifestazione, il segretario provinciale Michele Mosca -. Una manifestazione che dia il segno del nostro messaggio: sicurezza e non degrado nel cuore della città. Questo vale per la presenza di cittadini stranieri o per cittadini italiani. La priorità va data alle esigenze delle tante famiglie che vogliono frequentare questo luogo serenamente». E ancora: «Vertici delle forze dell'ordine e forze politiche che governano la città prendano atto di questa priorità. Non lo dice solo la Lega Nord. Lo dicono tutte le persone per bene». Probabile la presenza dell'ex presidente regionale Roberto Cota, difficile invece quella del deputato Roberto Simonetti (impegnato a Roma). Tre le postazioni autorizzate, una ventina i militanti impegnati nel pomeriggio tra politica e militanza.