2 luglio 2020
Aggiornato 23:30
Lista Civica Biellese

«Ecco la mia lista civica... Ora rivoluzione sociale per il Biellese»

L'ex sindaco Gentile esce da Forza Italia e insieme a Barrasso, Robazza e Maio dà vita ad un soggetto politico: aggreghiamo idee e uomini moderati per il bene del territorio.

BIELLA - Dino Gentile esce da Forza Italia e dal Popolo della Libertà e fonda Lista Civica Biellese. Oggi a Palazzo Oropa, a margine del consiglio comunale, l'ex sindaco di Biella ha formalizzato la nascita del nuovo soggetto politico, che supera la sua lista civica personale ma in appoggio alla coalizione di centrodestra, vincente nel 2009 e sconfitta nel 2014. Una decisione che da tempo era sui giornali e nei corridoi dei palazzi della politica sotto il Mucrone, frutto di una valutazione severa sull'operato del suo partito di riferimento negli ultimi tempi: tra correnti, lotta per le poltrone e assenza di vera voglia di risollevare le sorti del territorio.

La parola dell'ex numero uno di Palazzo Oropa
«Mancano progetti. Mancano idee. Manca la voglia di discutere e di aggregare forze per il bene del territorio» ha detto tra le altre cose Gentile, che ha schematicamente indicato i punti su cui la sua Lista intende avviare un percorso di analisi e di proposta politica: lavoro, famiglia, disagio sociale, turismo, sicurezza, rifiuti, commercio, centro storico, gestione dei fondi europei e tanto altro. «Una vera rivoluzione sociale. Inizia un cammino in vinta delle prossime elezioni» ha concluso. Sulla nave dell'ex primo cittadino, oggi consigliere comunale di opposizione: Pietro Barrasso, Paolo Robazza e Federico Maio.