2 luglio 2020
Aggiornato 20:30
La polemica

Sgarbi contro i lavori in piazza Duomo: «Delirio d’ignoranza»

Il noto critico d’arte in città per motivi familiari stronca il progetto, da mesi al centro di polemiche per diverse ragioni (necessità dei lavori e costo del progetto).. L’assessore Varnero chiede tempo: «Aspettiamo la fine, in primavera».

BIELLA - «In piazza Duomo ho visto un delirio di ignoranza». Queste le parole del noto critico d’arte Vittorio Sgarbi, in visita in città per motivi personali (ha incontrato la figlia e la ex compagna). Sgarbi è stato intervistato dal giornale Eco di Biella, a cui ha rilasciato dichiarazioni di fuoco sui lavori in corso nella storica piazza del cuore cittadino, da mesi al centro di polemiche per diverse ragioni (necessità dei lavori e costo del progetto).

L’assessore Varnero chiede tempo: «Aspettiamo la fine, in primavera»
Sgarbi ha stroncato la pavimentazione adottata e il tipo di illuminazione, per altro come hanno fatto tanti semplici cittadini anche su Internet. Inoltre, sempre secondo Sgarbi, le piastrelle rettilinee nulla hanno a che fare con la tradizione indicata dal passato selciato di sassi di fiume. Sempre sui punti luci, Sgarbi, ha detto: «Si possono inquadrare bene in una periferia di una città tedesca». E ancora: «La luce? Irritanti, invece di dare luce al Battistero e ai monumenti, dà luce a se stessa». Tiepida la risposta dell’assessore ai lavori pubblici del Comune, Valeria Varnero, che ha invitato tutti ad aspettare la fine del secondo e definitivo lotto di lavori, previsto per la prossima primavera.