22 agosto 2019
Aggiornato 22:30
Tariffe

L'acqua? A Biella è un salasso

Federconsumatori ha stimato che una famiglia media italiana spende 276 euro annui per i propri consumi idrici, cifra che sale a 365 euro nel Biellese

BIELLA – A Biella l'acqua costa cara, quasi 100 euro in più all'anno per famiglia tipo rispetto alla media nazionale.
Lo ha stimato Federconsumatori nella sua XIV indagine campione sulle tariffe idriche, dove si legge che per «una famiglia media di 3 persone per un consumo annuo pari a 150 mc, la spesa media nazionale si attesta a 276 euro annui», mentre nel Biellese diventano 365,15 euro nel 2015, che erano 335 nel 2014.

Il capoluogo laniero si piazza quindi 14esima per costo dell'acqua, preceduta da Pisa (442 euro), Siena (436), Grosseto (436), Frosinone (432), Enna (419), Pesaro e Urbino (418), Firenze (402), Carrara (396), Arezzo (392), Cesena (388), Ferrara (374), Forlì (366). Le città meno care sono Milano (106 euro), Campobasso (120), Catania (137), Imperia (140), Caserta (144), Varese (153), Como (158), Udine (165), Savona e Monza (168) e Rieti (169).

Inoltre la nostra città ha aumentato le proprie tariffe di più del 9% insieme a Matera, Potenza, Avellino, Como, Frosinone, Gorizia, Lecco, Pesaro, Sondrio, Treviso, Vicenza, e Viterbo.

L'indagine ha sottolineato inoltre che solo Biella Pavia e Sondrio non hanno previsto tariffe differenziate per fasce di consumo. In tutto il resto d'Italia sono applicate una tariffa agevolata per i consumi più bassi, una tariffa base e da una a tre tariffe eccedenza per consumi più elevate.