9 agosto 2020
Aggiornato 22:30
Arte e cultura a Biella

«Le mura sospese», l'arte di Mologni è a Città Studi

L'esposizione prosegue negli spazi della biblioteca fino al prossimo 31 gennaio. L'artista: «Dipingo quando posso, ma credo di essere sempre in ascolto...».

BIELLA«Le mie fonti di ispirazioni sono ovunque, perché ovunque ci sia vita c’è qualche forma d’arte che può essere colta e rappresentata. Forse basta essere in ascolto». La butta un po’ così, Paolo Mologni, la sua voglia di creare. «Dipingo quando posso, ma credo di essere sempre in ascolto...» aggiunge. I suoi ultimi lavori sono esposti nella biblioteca di Città Studi, in una mostra intitolata «Le mura sospese», visitabile fino al prossimo 31 gennaio. Lo spirito dell’iniziativa è di ospitare negli spazzi delle sale lettura e studio una mostra d’arte e insieme una selezione di libri e film ispirati all'immaginario delle opere esposte che gli utenti possono prendere in prestito. La personale di Mologni si compone di 8 opere su tela di diversi formati.

Parla l’artista
«La mia ambizione - spiega l’autore, padre di due bimbe e professionista nel settore informatico per una banca del territorio - è di invitare i frequentatori della biblioteca ad avvicinare l’orecchio alle mie tele stuccate e così provare a sentire, oltre allo scalpiccio di mille passi sui calcinacci di un mondo che si sta ricostruendo, il costante tappeto sonoro di un drone». «Un filo conduttore della mostra è il tema della decadenza - aggiunge Mologni, impegnato nella sua ricerca artistica da una ventina d’anni -. Un altro il minimalismo. Dipingo soprattutto di notte. E da qualche tempo vendo anche all’estero. In questo Internet rappresenta una grande opportunità. Senza non avrei potuto arrivare negli Stati Uniti, dove hanno comprato alcune mie opere di recente. Mi sento in cammino, al di là dei riconoscimenti. Da qualche tempo sento una certa padronanza tra quello che ho in mente e il risultato materiale che riesco poi a raggiungere. Un nuovo punto di partenza».

Gli orari dell'esposizione
I lavori, orientati saranno visibili dal 4 al 31 gennaio prossimi, orari 4 e 5 gennaio dalle 8 alle 17 dal 7 al 31 gennaio 8.30-19 sabato 8.30-12.30. Chiusa la domenica.