9 dicembre 2019
Aggiornato 11:00
Biella

Rissa tra stranieri ai giardini. Il caso diventa politico

Lega Nord e Fratelli d'Italia chiederanno luce sui fatti degli Zumaglini. L'assessore La Malfa: "I cittadini hanno ragione. Risposte? Spettano allo Stato, non solo al Comune"

BIELLA - E' di un ferito il bilancio delle rissa di questa mattina (circa le 8,30) ai giardini Zumaglini tra cittadini pakistani. Due i contendenti, che però sono stati sostenuti da diversi amici connazionali dando al litigio le dimensioni della rissa, anche usando dei bastoni secondo almeno un paio di testimoni oculari. Sgomenti i passanti nell'area verde, che hanno chiamato le forze dell'ordine, intervenute in modo massiccio. La vittima è stata portata in ospedale e l'aggressore (armato di una bottiglia) è stato identificato e denunciato.

La politica

La vicenda non è ovviamente passata inosservata, soprattutto alla politica. E infatti Lega Nord e Fratelli d'Italia presto chiederanno chiarimenti alla giunta del sindaco Marco Cavicchioli. Sui fatti l'assessore alla polizia municipale, Stefano  La Malfa dice: "Situazione sempre più complessa. Il Comune di fronte ai casi di ordine pubblico ha competenze limitate. Le questioni si incrociano e complicano: accoglienza dei richiedenti asilo, arrivi fuori dalle quote stabilite, sicurezza per i cittadini e rispetto della legalità. Dobbiamo dare delle risposte. Ma non solo il Comune. Anche lo Stato e i suoi enti di rappresentanza".