9 dicembre 2019
Aggiornato 11:00
Sicurezza & Immigrazione

Delmastro: «Biella e gli Zumaglini non siano come Colonia»

Dura nota del leader di Fratelli d'Italia dopo la grave rissa di ieri al parco: cosa da Partito democratico e giunta?

BIELLA - Andrea Delmastro all'attacco del Partito democratico e della giunta del sindaco Marco Cavicchioli. Tema: la sicurezza e l'immigrazione. La presa di posizione del leader del partito di destra arriva puntuale dopo i fatti di cronaca di ieri, che hanno visto lo scontro tra cittadini stranieri ai giardini Zumaglini, con un ferito e un denunciato (i fatti)

La dura presa di pozione
«Il modello di 'accoglienza' posto in essere dal Pd locale si sostanzia in «porte aperte a tutti e poi accampatevi dove volete» con ovvie e prevedibili ricadute in termini di sicurezza per i cittadini e di legalità - ha scritto Delmastro in una nota -. I giardini Zumaglini debbono rimanere fruibili, senza timori dalla cittadinanza, prima ancora che da sedicenti profughi che vi stazionano, mettendo a repentaglio la sicurezza di mamme e bambini, primi fruitori del parco. Questa situazione non deve più in alcun modo ripetersi perché significherebbe lentamente, ma irrimediabilmente consegnare i nostri giardini alla prepotenza di sedicenti profughi, sottraendoli ai cittadini biellesi».

Le domande
«Vogliamo sapere se il Comune di Biella intende porre la questione al Comitato di Ordine pubblico e sicurezza, sapere  se il Comune intenda sgomberare l’area da profughi che vi stazionano, sapere se il Comune in ogni caso intenda, anche per il tramite degli agenti di polizia municipale, presidiare gli Zumaglini, sapere se il Comune intenda assumere tempestive e debite ordinanze per ripristinare sicurezza e legalità ai Giardini; sapere, in genere, quali iniziative il Comune intenda assumere per dare priorità alla legalità e alla sicurezza dei cittadini» ha scritto Delmastro.