16 ottobre 2019
Aggiornato 08:30
Comune di Biella

Multe in città, aumentano i verbali dei vigili urbani

Il 2015 s'è chiuso con un + 13,5% rispetto al 2014. L'assessore La Malfa: «Nessuna volontà di punire... Solo più pattuglie e rigore per il rispetto delle regole».

BIELLA - Leggera salita del numero di contravvenzioni totali, ma notevole crescita di quelle messe a segno dalla polizia municipale: i dati finali del 2015 delle multe in città confermano la tendenza nei mesi passati. «E confermano - aggiunge l'assessore Stefano La Malfa - che avere più agenti in servizio sulle strade ha una conseguenza: le infrazioni vengono sanzionate con maggiore frequenza».

Il punto
Nell'anno appena terminato sono stati «staccati» complessivamente 19.862 verbali, più di 54 al giorno. Nel 2014 erano stati 17.496, con una crescita del 13,5%. Ma è radicalmente cambiato il modo in cui questa cifra si è composta. Sono infatti calati due tipi di infrazioni. La violazione della zona a traffico limitato rilevata dalle telecamere fisse ha dato origine a 3.953 contravvenzioni,  681 in meno dell'anno precedente, per un calo del 14,7%. Altrettanto marcata è stata la discesa delle multe per violazione delle zone blu, i parcheggi a pagamento: erano state 8.170 nel 2014, sono diventate 7.273 nel 2015, con un calo dell'11%. Il lavoro su strada della polizia municipale ha invece avuto conseguenze vistose: +84,1% delle infrazioni rilevate, passate dalle 4.692 del 2014 alle 8.636 del 2015.

La parola all'assessore
«È il risultato dell'organizzazione del servizio che è stata messa in atto con l'arrivo del nuovo comandante Massimo Migliorini - sottolinea La Malfa -. Non si tratta di volontà punitiva o peggio di «fare cassa». Semplicemente, più uomini e più pattuglie in strada fanno sì che le infrazioni restino impunite meno spesso di prima. E basta un giro per le strade della città per scoprire, per esempio, che di auto posteggiate là dove non dovrebbero, come sulle aree di fermata dei bus, ce ne sono sempre molte».