21 novembre 2018
Aggiornato 15:30

Ancora incidenti provocati dai cinghiali

Auto rese inutilizzabili e pericolo per i conducenti in diverse strade del biellese. Intanto gli animalisti chiedono voce in capitolo sulla stesura del piano di contenimento
Danni alle auto a causa dei cinghiali
Danni alle auto a causa dei cinghiali ()

SANDIGLIANO – Ancora auto danneggiate in tutto il biellese dopo aver travolto un cinghiale. L'ultimo scontro risale alla notte di sabato 30 gennaio, a Sandigliano. Il conducente coinvolto è un 63enne, di Ponderano che ha chiamato i carabinieri dopo l'impatto che ha danneggiato gravemente la sua Citroen. In settimana invece, nella notte tra martedì 26 e mercoledì 27 gennaio, ad avere la peggio è stata l'auto di un 37enne di Castelletto Cervo che, a Masserano ha travolto un cinghiale. L'impatto ha reso l'auto inutilizzabile.

L'intervento degli animalisti
Intanto le associazioni ambientaliste e animaliste (Legambiente, Aspa, Nata Libera, Lipu, Rifugio degli asinelli, Leal, Meta e Associazione istanza popolare Biella) si uniscono chiedendo al presidente della Provincia, Emanuele Ramella Pralungo, di partecipare alla stesura del piano di contenimento dei cinghiali. Attraverso la diffusione di un comunicato stampa, spiegano come chi si è sempre occupato di ambiente e territorio sia stato escluso dalle decisioni sul piano privilegiando gli interessi dei cacciatori.