Sport | Basket A2

L'Angelico è a trazione italiana: Infante, Venuto, Pierich e De Vico super

Anche per l'americano Ferguson pagella positiva. Solo sufficiente il nuovo straniero. E La Torre sempre meglio.

Voskuil in palleggio, su di lui De Vico
Voskuil in palleggio, su di lui De Vico (foto Ceretti)

BIELLA - Prestazione super per l'Angelico, che ha battuto Roma grazie ad un lavoro collettivo tanto in difesa quanto in attacco. Tre italiani in doppia cifra, a dimostrazione che questa sera la squadra non è stata Ferguson dipendente. Ecco le nostre pagelle.

FERGUSON (18 punti) VOTO 7 - Qualche pallone perso di troppo, anche sanguinoso nel finale. Percentuali al tiro non eccelse. Ma senza di lui, dove sarebbe l'Angelico? E comunque, anche stasera, è stato presente in moltissimi momenti decisivi (in attacco).

BANTI (0 punti) VOTO 5 - Non ha mai inciso sulla gara, né in difesa né in attacco. La crescita di La Torre gli sta togliendo minuti e, forse, fiducia.

LA TORRE (2 punti) VOTO 7 - Una schiacciata spettacolare che ha tagliato la retroguardia romana come un coltello con il burro. Ottima difesa su Voskuil. Diverse buone iniziative. Un errore clamoroso da sotto. Ma il ragazzo è pienamente recuperato e in crescita. Ha la faccia e la cattiveria sportiva giusta.

INFANTE (13 punti) VOTO 8 - Prova eccellente, soprattutto se si tiene conto del valore dei lunghi avversari. Qualche volta il capitano ha infatti subìto la fisicità di Olasewere, ma complessivamente ha restituito tutto agli avversari, facendosi trovare sempre pronto in attacco e difendendo con la solita efficacia. Quest'Angelico non può fare a meno di lui.

VENUTO (3 punti) VOTO 8 - Un solo canestro: quello della vittoria. Ottima anche la difesa su Voskuil, cui ha tolto spazi e palloni giocabili per molti minuti. Mostro di concretezza.

POLLONE ne

DE VICO (punti 18) VOTO 8 - Prova di grande maturità tecnica. Messo in ritmo dai compagni ha piazzato canestri micidiali dalla lunga e dalla media distanza. Prestazione anche di carattere. Al ragazzo manca la continuità, perché le capacità sono oramai sono chiare a tutti.

SAUNDERS (punti 7) VOTO 6 - Alterna ottime iniziative ad errori quasi puerili se si considera che è uno "straniero». Di fatto fa il rincalzo in una squadra che ha in Ferguson, nei veterani e in De Vico i punti di forza. Utile, poco di più.

RATTALINO ne

PIERICH (14 punti) VOTO 8 - Avvio strepitoso. Poi i falli lo condizionano parecchio, facendolo uscire spesso dal campo. D'altronde con le botte che volano sotto il canestro rossoblù è impossibile essere sempre graziati... Punti, rimbalzi e tanta personalità per una delle colonne della squadra biellese.

SVOBODA (0 punti) sv - In campo per 21 secondi.

CARREA VOTO 8 - Vincente la staffetta difensiva su Voskuil (autore di una buona prova). La maturazione di La Torre è certamente merito suo, oltre che del giocatore. La squadra continua (in casa) a macinare successi e a stritolare avversari. In una stagione complicata e sfortunata sta portando la nave verso le acque sicure della salvezza, trovandosi a gestire problemi di tutti i tipi. La stoffa è evidente che si sia, sia come tecnico sia come uomo. Peccato non aver dato più fiducia ai giovani (Pollone e Rattalino), da cui questa società deve ripartire.

Pierich al tiro per l'Angelico (foto Ceretti)

Pierich al tiro per l'Angelico (foto Ceretti) (© foto Ceretti)