10 dicembre 2019
Aggiornato 11:00
Basket A2

Angelico a trazione italiana: Infante, Pierich, Venuto e De Vico super

Anche l'americano Ferguson positivo, mentre Saunders è solo sufficiente. Ecco tutte le pagelle della vittoria di ieri della Pallacanestro Biella su Roma.

BIELLA - E’ a trazione italiana l’Angelico che ha sconfitto Roma e messo mattoni pesanti per la causa salvezza. Bene comunque l’americano Ferguson, mentre resta l’incognita Svoboda preso nelle settimane scorse come rinforzo e in campo per soli 21 secondi.

FERGUSON (punti 18) VOTO 7 - Tira la carretta dall’inizio dell’anno, con sempre più pressione delle difese avversarie. Qualche errore di troppo al tiro e dei palloni persi davvero sanguinosi. Senza di lui però l’Angelico sarebbe all’inferno. E senza di lui anche Roma non avrebbe alzano bandiera bianca.

BANTI (punti 0) VOTO 5 - Mai davvero in partita. Forse per la fisicità degli avversari, forse per la  crescita di La Torre che gli toglie spazi e magari fiducia.

LA TORRE (punti 2) VOTO 7 - Una schiacciata (davvero) da Nba, nel cuore della difesa romana. Poi qualche errore (uno clamoroso da sotto) e incertezza. Ma complessivamente tanta grinta, senso della posizione, del gioco e piccole/grandi cose che servono alla squadra.

INFANTE (punti 13) VOTO 8 - Spesso patisce i muscoli, i centimetri e l’età dei pari ruolo avversari. Ma sa rispondere colpo su colpo, con la solita determinazione gladiatoria. E alla fine, ha vinto l'Angelico. In attacco si fa sempre trovare e mette pure una «tripla». In quest’Angelico è imprescindibile.

VENUTO (punti 3) VOTO 8 - Un solo canestro: quello della vittoria, dalla lunga distanza. E poi: tanta ottima difesa su Voskuil e ottima regia. Una sicurezza.

POLLONE ne

DE VICO (punti 18) VOTO 8 - Prova di grande maturità tecnica. Quando la squadra gira, si fa trovare pronto e piazza canestri dalla media e dalla lunga distanza. Al ragazzo manca la continuità, perché il valore ad alto livello è fuori discussione.

SAUNDERS (punti 7) VOTO 6 - Alterna buone cose ad errori banali, soprattutto per uno «straniero». Complessivamente si rivela un buon giocatore che dà una mano alla causa. Nulla di più.

RATTALINO ne

PIERICH (punti 14) VOTO 8 - Avvio spettacolare con mitragliata di canestri. Poi i falli commessi in difesa lo limitano un po’. Comunque prestazione superlativa, anche per l’aiuto a rimbalzo e in difesa.

SVOBODA (punti 0) sv - In campo per 21 secondi.

CARREA VOTO 8 - In una stagione complessa e sfortunata sta portando la nave verso le acque sicure dalla salvezza. E i play off (sui quali non spende parole in sala stampa) sono un obiettivo a cui guardare con grinta. E’ evidente che il suo primo anno da capo allenatore stia andando in archivio come un successo professionale e umano. La stoffa c’è e si vede. Contro Roma fa ingabbiare bene Voskuil (comunque bravo) in una staffetta difensiva e attaccare con efficacia la «zona» dei capitolini.