2 luglio 2020
Aggiornato 21:00
Il caso

La Bua racconta a Rai1 il lager di Borgo D'Ale

«Minacce, maltrattamenti e lo Spacca ossa...». Madre e figlia parlano della loro esperienza alla Consolata, tra ricordi e dolore

BORGO D'ALE - Due drammatiche testimonianze sono andate in onda, questa mattina, su Rai Uno, nell'ambito del caso della casa di riposo «Consolata», al centro di un inchiesta per maltrattamenti subiti da anziani e disabili da parte del personale. Un caso che ha portato a ben 18 arresti, nelle scorse settimane. Il giornalista del Diario di Biella Paolo La Bua con le telecamere e i microfoni della trasmissione «Storie Vere» ha dato voce ad una madre ed a una figlia, ospiti, nel passato, della struttura. Parole durissime sul clima in cui si viveva dentro la struttura di ricovero.