27 settembre 2020
Aggiornato 21:00
Eventi

Nuovo Ospedale: una mostra fotografica racconta le «Donne che hanno cura»

Gli scatti di Stefano Ceretti resteranno nell'atrio del Degli infermi fino al 29 marzo per poter essere visti da tutti i pazienti, gli operatori ed i visitatori

BIELLA – Oltre 400 ritratti fotografici di donne che, svolgendo le diverse professioni sanitarie, tecniche ed amministrative, praticano la cura all’interno dell’Azienda Sanitaria ASL BI: è stata inaugurata ieri, martedì 8 marzo, al Nuovo Ospedale di Biella la mostra fotografica «#FEELPEOPLE – Donne che hanno cura» che resterà nell’atrio del Degli Infermi fino al 29 marzo nelle vicinanze del bar e del pianoforte e sarà visitabile da tutti i pazienti, gli operatori e il pubblico presente in ospedale.

L'idea
Un’idea nata dall’incontro della S.O.C. Formazione e Comunicazione ASLBI e della Biblioteca Biomedica Biellese, Fondazione 3Bi, con Stefano Ceretti, uno dei più quotati fotografi biellesi. «Sono sempre stato attratto dalla ritrattistica – ha detto Stefano Ceretti - e questa iniziativa mi ha permesso di focalizzare l’attenzione su tale aspetto. È stato un lavoro intenso e appassionante; sono felice che vi sia stato subito un ampio riscontro». La mostra coniuga in sé l’expertise della S.O.C. Formazione e Comunicazione in tema di medical humanities e di narrazione nei contesti di cura, l’interesse della Biblioteca Biomedica Biellese - Fondazione 3Bi per lo sviluppo della conoscenza (nel senso più ampio del termine) nel mondo della medicina, della sanità e dei professionisti della cura e la filosofia del progetto #FEELPEOPLE di Stefano Ceretti, basata sulla genuinità del ritratto fotografico come occasione, non solo per mostrare immagini, ma anche per tessere relazioni tra chi fotografa e chi è fotografato e tra chi guarda le immagini e i soggetti delle stesse. Le immagini sono stampate nel formato classico della cartolina, una vicino all’altra, per portare i visitatori della mostra ad avvicinarsi ai ritratti, per riconoscere le persone o, semplicemente, per osservare meglio le immagini, realizzando un contatto visivo con il soggetto fotografato e anche un’occasione di relazione tra gli osservatori dei ritratti.

I volti di chi si prende cura
«Una iniziativa che ho apprezzato e che ha coinvolto molti dei nostri professionisti. Un progetto originale, per raccontare il mondo delle donne che ogni giorno per lavoro vivono e praticano la cura all’interno della nostra Azienda». Con queste parole il direttore generale dell’Asl di Biella Gianni Bonelli ha inaugurato ieri pomeriggio la mostra fotografica. «Da tempo – ha detto il presidente della Fondazione 3BI Carlo Peruselli - volevamo rendere i professionisti protagonisti. Questo progetto ha riscosso grande entusiasmo». Il dott. Vincenzo Alastra, direttore del settore formazione e comunicazione aziendale spiega: «Abbiamo pensato che questa mostra potesse essere un buon modo per testimoniare la nostra attenzione alla cura. Cura per la quale noi ci mettiamo il volto».