29 settembre 2020
Aggiornato 21:00
Rubgy

Orsi a Piacenza, fuochi d'artificio tra insoddisfatti

Domenica trasferta per i gialloverdi. Scontro tra due squadre che volevano di più dalla stagione...

BIELLA - Domenica, alle ore 13, sul campo di Piacenza, saranno fuochi d’artificio. Si sfideranno in occasione della quindicesima giornata di campionato, due squadre insoddisfatte della stagione in corso e determinate più che mai a riabilitarsi agli occhi dei rispettivi sostenitori. Da una parte i padroni di casa, forti di qualche ‘acquisto’ importante ad inizio stagione, quando le ambizioni erano elevate, che però non ha portato la differenza sperata. Dall’altra il Brc, a sua volta partito per disputare un campionato di alto livello, ma relegato ora alla nona posizione, sul basso della classifica.Piacenza si trova tre posizioni più in alto, con soli cinque punti in più all’attivo, l’equivalente di una vittoria con bonus. Allo scontro diretto, a Biella, gli emiliani furono costretti a ritornare a casa, con una sconfitta per 20-13 al termine di un match combattuto duramente per ottanta minuti. Piacenza è mediterà vendetta, ma Biella non si farà cogliere alla sprovvista. La fame di successi per i gialloverdi è enorme e una buona prestazione domenica, servirà al XV piemontese a farsi perdonare la brutta parentesi casalinga di pochi giorni fa. Proprio dopo il duro scontro con Sondrio, Biella è costretta a fare i conti con i nuovi infortuni. Dei tre usciti durante l’incontro, nessun recupero è certo. Non scenderanno in campo a Piacenza, Davide Vaglio a causa di un ginocchio dolorante e Cristian Gatto, costretto a scontare la sua ultima giornata di squalifica. In fase recupero Filippo Giordano e Andrea Poli. Risolto il problema con le seconde linee grazie al rientro di Brua.

Parla il tecnico
Callum McLean fa il punto della situazione: «Martedì ho assegnato ad ogni ragazzo compiti extra spiegando individualmente quali sono le lacune da colmare al più presto. Ogni minuto passato al campo deve essere ben sfruttato. Peccato per la sconfitta di domenica. E’ mancata la tecnica individuale e sto parlando di passaggi e placcaggi, cose fondamentali se vuoi giocare a rugby. Sono ritornato anche sulla preparazione fisica e su questo punto continuerò anche questa sera. Nelle ultime sedute della settimana passeremo alla parte tecnica. Visto il livello di gioco di Sondrio, domenica il punteggio della partita sarebbe dovuto essere invertito. E’ vero, abbiamo sbagliato molto, ma dall’inizio della stagione stiamo cercando di elevare il livello del nostro gioco e gli automatismi ancora non ci sono. Siamo ‘work in progress’, quando gli automatismi su movimenti e posizioni saranno impostati, serviranno fiato e ossigeno per il cervello per affinare la capacità di prendere decisioni veloci sul campo. Sono fiducioso, verrà il tempo anche per questo. Ora pensiamo a Piacenza. Sarà una dura battaglia. Ma all’andata li abbiamo già battuti, possiamo farcela ancora. Mi basterà vedere il gioco imbastito domenica. Con maggior concretezza, soprattutto in attacco».

Serie B girone 1 – 15a giornata – 13-03-16: Piacenza – Biella Rugby Club; Parabiago – VII Torino; Lecco – Amatori Alghero; Amatori Capoterra – Parma; Varese – Cus Milano; Sondrio – Amatori Novara.