22 settembre 2020
Aggiornato 11:30
Moda e sociale

HoboRefashioningTee: a Biella il progetto delle t-shirt che raccontano la dignità

Piccole-grandi idee che nascono dall'impegno di realtà che vivono il territorio: arrivano le t-shirt prodotte alla Bottega dei Mestieri che hanno bisogno del sostegno di tutti

BIELLA – Ci sono realtà che con discrezione portano avanti piccoli-grandi progetti sul territorio. Due di queste, si sono incontrate ed unendo competenze e saperi hanno ideato un progetto ambizioso. Sono l'associazione Groove impegnata sul territorio con diverse attività per i giovanile di Bottega dei Mestieri che da anni gestisce a Chiavazza laboratori occupazionali per persone con disabilità o in una condizione di fragilità. Dal loro incontro e dalla passione per gli abiti vintage è nato il progetto HoboRefashioningTee Made in Bottega dei Mestieri.

Moda, recupero e lavoro che dà dignità
«Il progetto nasce da Hobo l'attività di Groove che si svolge proprio presso la Bottega dei Mestieri – spiega Valentina Ruggeri vicepresidente di Groove a.p.s. - abbiamo notato che scambiando e recuperando abiti vintage cominciava a formarsi un bacino di tessuti, ancora molto belli, che sarebbe stato un peccato non riutilizzare per questo abbiamo deciso di unire le forze e di pensare ad un prodotto che unisse moda, recupero ed il prezioso lavoro di due gruppi: una squadra di persone che hanno subito traumi fisici di diverso tipo e che hanno scelto di chiamarsi proprio 'Ricreare', ed un gruppo di ragazzi e ragazze rifugiati nel nostro paese che hanno intrapreso un cammino di integrazione attraverso il lavoro. Da questo incontro sono nate tre linee di t-shirt con applicazioni in tessuto recuperato, stampe e frasi ottenute con la serigrafia dal forte valore simbolico. Gli argomenti su cui puntano i messaggi sono molto forti: si parla infatti di migrazione, di ri-creazione di una vita dopo un trauma, di dignità del lavoro per persone con fragilità, di sentimenti, uniti alla dimensione ecologica del progetto. Anche al packaging abbiamo voluto dare la giusta importanza – continua Valentina - abbiamo deciso di produrlo in casa. Le etichette ne rappresentano l'elemento centrale: sono autoprodotte in carta riciclata utilizzando i sacchetti del pane, dai bottegai di Bottega dei Mestieri ed hanno impresso, manualmente i nostri timbri. Abbiamo scelto i sacchetti del pane anche per racchiudere le nostre HoboRefashioningTee.»

Una campagna per sostenere il progetto
Un progetto corposo, ambizioso e creativo che ha preso vita con la fase di prototipizzazione ma che ha bisogno del sostegno di chiunque crede che una piccola rivoluzione, anche in un settore come la moda, si possa fare attraverso gesti semplici. Per questo Groove a.p.s e Bottega dei Mestieri hanno appena lanciato una campagna di crowdfunding finalizzata alla raccolta fondi per sostenere il progetto HoboRefashioningTee. Le due realtà hanno scelto la piattaforma produzionidalbasso.com per dare modo a chiunque voglia di contribuire al sostegno del progetto donando attraverso internet. In più, per chi non avesse la possibilità di accedere alla piattaforma di crowdfunding, c'è la possibilità di sostenere il progetto con un versamento sul conto corrente di Groove a.p.s. IBAN: IT40W0609022300000000115012 mettendo nella causale un proprio riferimento (mail o telefono) sarà poi l'associazione a canalizzare le donazioni verso il montepremi e contattare i donatori per la ricompensa che gli spetta.