25 settembre 2020
Aggiornato 18:30
Scuola e business

A Città Studi nasce InNovāRē il progetto che unisce formazione e aziende

Comprendere i cambiamenti del territorio e raggiungere una sinergia completa tra formazione e impresa sono gli obiettivi del nuovo centro competenze

BIELLA - Nasce oggi ufficialmente a Città Studi il centro di competenze InNovāRē, che persegue gli obiettivi del polo formativo concepiti insieme alle imprese per una scuola più vicina al business.

Interpretare i cambiamenti del territorio
InNovare è trait d’union tra domanda di mercato e richiesta delle imprese. Il progetto è coordinato da Angelo Tracanna, presidente di Digital Media Industries, e Davide Dellarole, esperto in programmazione territoriale. «La volontà di fornire un servizio sempre più funzionale ed efficace, in grado di cogliere ed interpretare i cambiamenti del nostro territorio e del mercato globale, è stato l’input che ha portato Città Studi a creare un centro di competenze cui le imprese possono rivolgersi per soddisfare esigenze e necessità differenti, ma orientate alla ricerca di strategie e processi vincenti – spiega Pier Ettore Pellerey – Già da alcuni anni all’istruzione universitaria e alla formazione professionale di stampo più tradizionale, Città Studi affianca interventi mirati su specifiche richieste aziendali. Con InNovāRē aggiungiamo un tassello importante per il pieno raggiungimento di una concreta sinergia tra formazione e impresa».

Il nuovo centro competenze
Il centro di competenze aiuta le imprese a trasformare ottime idee in prodotti e servizi di eccellenza secondo logiche industriali affidabili e sostenibili. Lo fa con un approccio efficace e innovativo, che si chiama IST – Innovation Tools & Skills.Questo modello si basa su un concetto semplice: per fare qualcosa di nuovo bisogna capire quello che serve realmente e poi colmare la distanza tra quello che siamo e quello che vogliamo essere.
 La differenza, di norma, è fatta di due cose: competenze e strumenti, ovvero gli strumenti giusti e le competenze per utilizzarli. Le tecnologie attuali consentono di realizzare nuovi strumenti in modo molto più semplice e meno costoso di un tempo e, nella maggior parte dei casi, il costo maggiore per l’impresa, soprattutto in Italia, è quello delle risorse umane. Con la ferma convinzione che formazione e tecnologia siano il binomio vincente intorno al quale ruoteranno gli scenari futuri dell’economia globale, Città Studi cambia se stessa e fornisce nuovi strumenti al territorio. InNovāRē nasce con una missione ben precisa: trasformare i problemi in opportunità e gli incontri in successo. Il supporto alle imprese attraverso un complesso di servizi di eccellenza è il futuro per le grandi istituzioni del territorio e Città Studi si mette in gioco per prima nel diventare fulcro del cambiamento.

Due Master d'eccellenza
Con questa nuova vision, Città Studi presenta la II e la IV edizione di due proposte formative di successo, nate proprio dall’interazione con il territorio: il Master in Marketing Multicanale e il Master in Management & Textile Engineering (MTE). La II edizione dell’Executive Master in Marketing Multicanale è ai nastri di partenza. Il Master vanta un corpo docente e testimonianze di spicco come quella del Direttore della comunicazione e delle relazioni esterne della Juventus, Claudio Albanese, che terrà una lectio magistralis sulle dinamiche di una società di calcio professionistico quotata in borsa e sul rapporto tra azionisti e stakeholders. In termini occupazionali il Master ha dato risultati più che incoraggianti: oltre il 70% dei partecipanti (non occupati) della I edizione ha trovato impiego entro tre mesi dal termine del corso.
Il più antico distretto laniero d’Europa, conosciuto nel mondo per le sue eccellenze tessili, è chiaramente terra d’elezione per il Master universitario in Management & Textile Engineering, giunto alla sua IV edizione. Un progetto che si avvale delle competenze di tre istituti formativi: Città Studi Biella, LIUC-Università Cattaneo e Politecnico di Torino. Un Master completamente in lingua inglese, unico nel suo genere, creato ad hoc per rispondere alle esigenze del settore Tessile-Abbigliamento-Moda (TAM) e finalizzato a formare nuovi manager tecnici di settore con competenze anche gestionali. Il Master è svolto in partnership con alcuni dei più importanti brand del tessile italiano e internazionale e gode del supporto di ACIMIT, Banca Sella, Camera di Commercio di Biella, Camera Nazionale della Moda Italiana, Centrocot, IWTO, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Sistema Moda Italia, The Woolmark Company e Unione Industriale Biellese.